Caricamento in corso...
04 ottobre 2009

Vettel re a Suzuka. Brawn Gp: Mondiale rinviato per un punto

print-icon
vet

Terza vittoria stagionale per Sebastian Vettel

Il tedesco della Red Bull ha dominato il Gp del Giappone vincendo davanti agli ottimi Trulli e Hamilton. Ferrari: Raikkonen 4°, Fisichella 12°. Barrichello 7°, Button 8°: la scuderia di Ross Brawn deve rimandare i festeggiamenti. GUARDA LA FOTOGALLERY

Una gara esemplare condotta sempre in testa: Sebastian Vettel, su Red Bull, si aggiudica il Gran premio del Giappone e mantiene in vita le sue  minime chance di successo nel campionato piloti 2009, grazie al pacchetto complessivo di 69 punti. Jenson Button, il leader della classifica, e il suo compagno di scuderia della Brawn GP, Rubens Barrichello, mettono in cascina altri punti utili (ottavo  e settimo): il primo si porta a quota 85, il secondo a 71 punti, mentre la Ferrari di Kimi Raikkonen chiude con un ottimo quarto posto e quella di Fisichella chiude solo dodicesima posizione. Ad un soffio dal campionato costruttori la scuderia di Ross Brawn che per mezzo punto deve rimandare i festeggiamenti (156  punti contro i 120,5 della Red Bull a due gare dal termine della  stagione).

Avvio regolare: Vettel, che partiva dalla pole, ha tenuto la  prima posizione, seguito dal campione del mondo della McLaren Lewis Hamilton, autore di una bella partenza che gli ha permesso  di passare l'italiano della Toyota, Jarno Trulli, terzo. In quinta posizione Raikkonen, in dodicesima Fisichella. Poche emozioni per quasi tutta la gara, con le posizioni in  linea con la griglia di partenza: qualche palpitazione verso la fine del Gp con un insolito cambio gomme decisamente lungo (ben  12,4 secondi) per il leader della gara Vettel che riesce a  rimanere in testa. Poco dopo metà corsa di metà gara, al  secondo turno di pit-stop Trulli riesce a sopravanzare il campione del mondo Hamilto grazie ad una migliore strategia e  alla prontezza dei meccanici ai box. Altre emozioni sempre in uscita dal box le regalano la Ferrari di Giancarlo Fisichella e  la McLaren di Kovalainen, i due arrivano quasi a toccarsi e alla fine prevale il finlandese.

L'ultimo brivido quando la gara sembrava ormai terminata arriva al 46/o giro, quando la Toro Rosso di Jaime Alguersuari  va fuori traiettoria schiantandosi contro le protezioni. La safety-car entra in pista a 9 giri dal termine a causa dello  spettacolare incidente del pilota spagnolo che non ha riportato  danni. Uscito dall'abitacolo da solo, Alguersuari è stato tuttavia portato via in ambulanza. Cinque giri ancora in fila indiana dietro alla safety-car prima delle ultime schermaglie: le posizioni rimangono inalterate nonostante in distacchi siano stati neutralizzati. Sotto la bandiera a scacchi davanti a tutti Vettel precede uno  splendido Trulli che porta la Toyota sul podio sul circuito di  casa. Qualche rimpianto per il campione del mondo Hamilton che  porta la McLaren a due punti dal terzo posto della Ferrari nel Mondiale costruttori: 65 lunghezze contro le 67 della casa di Maranello che si difende grazie al bel quarto posto di Raikkonen che prima di salutare il Cavallino ce la mette tutta per lasciare un buon ricordo.

GIOCA A FORMULA SKY

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky