Caricamento in corso...
08 ottobre 2009

Ferrari, Massa in chat ai suoi tifosi: Abu Dhabi? Un sogno

print-icon
mas

Felipe Massa avrà l'onore di sventolare la bandiera a scacchi a Interlagos. Qui davanti al computer mentre risponde alle domande dei suoi tifosi in chat su Ferrari.com

Il brasiliano ha risposto alle migliaia di domande dei suoi fan sul sito della Rossa. A Interlagos avrà l'onore di agitare la bandiera a scacchi. Prima di lui fu concesso solo alla top model Gisele Bundchen e a Pelè. GUARDA IL VIDEO DI MASSA A MARANELLO

Sarà Felipe Massa (guarda il video dell'incidente in Ungheria) ad agitare la bandiera a scacchi per il vincitore del Gran Premio del Brasile, il 18 ottobre prossimo. Lo hanno comunicato gli organizzatori del circuito di Interlagos, precisando di aver ottenuto il beneplacito di Bernie Ecclestone e del presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo Prima di Massa, l'onore della "bandeirada" a Interlagos era stato concesso alla top model brasiliana Gisele Bundchen nel 2004 e a Pelè nel 2002. In quell'occasione, O Rei si distrasse proprio durante l'ultimo giro e non si accorse che Michael Schumacher aveva già passato la linea d'arrivo. Secondo i ''media'' brasiliani, la Ferrari avrebbe rivelato che Massa passerà i quattro giorni sul circuito paulista nei box della scuderia, in particolare per dare consigli e appoggio al suo sostituto Giancarlo Fisichella.

E intanto oggi Felipe Massa ha ritrovato il contatto con i suoi tifosi. Il brasiliano è stato il protagonista di una chat organizzata da Ferrari.com. Sono oltre tremila le domande con 3.800 visitatori sul sito. Tantissimi i messaggi di saluto e di incoraggiamento per il pilota brasiliano che è rimasto on line una quarantina di minuti: molti gli italiani (circa il 32%) ma numerosi anche gli appassionati inglesi, francesi, spagnoli, russi e, nonostante nel loro Paese fosse mattina presto, i brasiliani. Tante domande hanno riguardato naturalmente lo stato di salute. Maxmove ha chiesto a Massa se avesse mai pensato di smettere di correre: "No, non l'ho mai pensato. Già qualche  giorno dopo l'incidente per me la vita era tornata quella di prima, l'unica preoccupazione era l'occhio ma poi tutto è andato a posto. Non ho mai avuto dubbi". Speedtrap ha voluto sapere se avesse mai provato dolore: "Fortunatamente no, non l'ho mai provato, nemmeno al risveglio a Budapest. Ovvio, mi ha aiutato anche l'uso di alcune medicine". In molti hanno chiesto  della vista e Felipe è stato molto netto: "E' perfetta, al 100%". Asnaghimax ha voluto sapere se Raffaela gli ha chiesto di smettere di correre: "Lei mi aiuta tantissimo in questo periodo. Ovviamente ha avuto molta paura ed è preoccupata ma sa che io amo correre e allora mi dà l'aiuto che mi serve. Una volta sola mi ha chiesto se volevo smettere ma gli ho detto di no e ha capito. Mi ha chiesto se c'era almeno un 1% di possibilità e gli ho risposto che non ce n'era nemmeno lo 0,5%!".

Sempre a proposito di Raffaela, ambRossa ha chiesto notizie sulla sua gravidanza: "Sta bene, la pancia è sempre più grande e lei vorrebbe che Felipinho nascesse al più  presto!"  Un altro argomento caldo è stato il possibile ritorno in pista in un Gran Premio. "La speranza è quella di tornare presto, ma so che la cosa ideale è tornare al 100% all'inizio della prossima stagione - ha risposto Felipe a Rick - Il mio sogno sarebbe quello di essere ad Abu Dhabi ma le possibilità che ciò accada sono molto ma molto poche..." E,  poco dopo, ha confermato a Marcello03 che si tratta di un'ipotesi davvero remota. E sui test effettuati col simulatore: "Ho fatto due giorni molto intensi ed interessanti, guidando all'inizio sul circuito di Barcellona e poi su quelli di Interlagos ed Abu Dhabi - ha detto Felipe rispondendo alle numerose domande in merito a quello che sta facendo in questi giorni - Domani sarò a Parigi per dei controlli medici presso la Fia e poi lunedì, tempo permettendo,  dovrei essere finalmente al volante di una monoposto di Formula 1. Spero di fare tanti chilometri e di andare forte, non soltanto come prestazione ma anche come costanza nei tempi. Sono fiducioso e credo che non ci sarà alcun problema. E' vero che in una macchina di Formula 1 ci sono tante vibrazioni e il fisico è sottoposto ad uno stress importante ma ci sono  abituato".

GIOCA A FORMULA SKY


COMMENTA NEL FORUM DELLA F1


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky