Caricamento in corso...
11 ottobre 2009

Ecclestone: "Briatore merita una sanzione, ma non a vita"

print-icon
ber

Bernie Ecclestone non avrebbe squalificato a vita Flavio Briatore

Il patron della F1, in un'intervista, torna a parlare dell'ormai ex team manager della Renault che la Fia ha radiato per il caso Piquet jr: "Non mi è piaciuto il termine 'a vita', avessero detto 'per 50 anni' sarebbe suonato meglio"

"Briatore merita una punizione ma non a vita". Bernie Ecclestone torna a parlare dell'ormai ex team manager della Renault, che la Fia ha radiato per sempre dalla Formula Uno per il caso Piquet jr. In un'intervista al magazine tedesco "Auto Motor und sport" e ripresa dalla stampa spagnola, il patron del circus, commentando la condanna inflitta a Briatore, ammette che "merita una sanzione, senza dubbio. Quello che non mi è piaciuto - aggiunge - è il termine 'a vita'. Oggigiorno nemmeno se uccidi qualcuno passi tutta la vita in carcere, avessero detto 'per 50 anni' sarebbe suonato meglio".

Ecclestone, commentando poi la rescissione immediata dei contratti che due sponsor avevano sottoscritto con la Renault, parla di "reazione esagerata. I contratti sarebbero scaduti comunque a fine anno". In vista della prossima stagione, invece, "cambierà molto. Non ci saranno più rifornimenti e i piloti saranno costretti a sorpassare in pista. Quest'anno i Gp sono stati vinti, nella metà dei casi, grazie a una strategia intelligente ma nel 2010 questo non succederà". Dal patron della F1 anche una proposta. "Sono sicuro che in futuro si faranno i test nel lunedì successivo alle corse - dice – Del resto le vetture sono già lì, la gente pure e i costi verrebbero tenuti entro i limiti, dando anche ai giovani piloti la possibilità di misurarsi".

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1


GIOCA A FORMULA SKY

Tutti i siti Sky