Caricamento in corso...
18 ottobre 2009

F1, Briatore porta la Fia in tribunale

print-icon
spo

Flavio Briatore porta la Fia in tribunale: vuole la revoca della radiazione dalla F1 (foto Ansa)

L'ex team manager della Renault vuole ottenere l'annullamento della radiazione a vita dopo il caso Piquet. Ma oggi fari puntati su Interlagos: alle 18 parte il Gp del Brasile con Barrichello in pole. LE FOTO DEL DILUVIO, IL SIMULATORE, GIOCA A FORMULA SKY

IL CASO PIQUET: ECCO PERCHE' BRIATORE E' STATO RADIATO

Vendetta Briatore
- Flavio Briatore si appresta a portare in tribunale la Federazione internazionale dell'auto  (Fia) con l'obiettivo di ottenere l'annullamento della radiazione a vita dalla Formula 1, seguita all'accusa di aver  preso parte all'ideazione del falso incidente nel gp di  Singapore nel 2008 che coinvolse Nelson Piquet Jr. Lo sostiene  il Journal du dimanché. Scrive il giornale che l'ex responsabile del team Renault si rivolgerà al Tribunale di grande istanza di Parigi,  dove ha sede la Fia, per ottenere la cancellazione della sanzione inflittagli lo scorso 21 settembre. Briatore si  appresterebbe inoltre a presentare una richiesta di risarcimento danni tra 500 mila ed un milione di euro. Secondo i legali di Briatore la sanzione, che non prevede  limiti di tempo, è contraria al diritto europeo ed alla giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo. Inoltre la convocazione recapitata a Briatore non menzionava nè le motivazioni né gli indizi raccolti a suo carico. Infine, l'ex patron della Renault non avrebbe goduto di un giudice  imparziale nella persona di Max Mosley, presidente della Fia, a causa della posizione assunta da Briatore contro di lui nella stagione in corso per ottenerne l'allontanamento. L'incidente incriminato servì, secondo l'accusa, a favorire il successo nel mondiale dell'altro pilota Renault, Fernando Alonso. Pat Symonds, ex capo ingegnere del marchio francese, è stato squalificato per cinque anni.

Alle 18 il Gp del Brasile - Quindicesimo ieri nelle qualifiche ufficiali, Vitantonio Liuzzi sarà costretto oggi a partire dall'ultima posizione della griglia di partenza del Gran Premio del Brasile a causa della sostituzione del cambio della sua Force India dopo l'incidente di ieri nel Q2. Guadagna quindi un posto il tedesco Sebastian Vettel (red Bull), che scatterà dalla quindicesima posizione, immediatamente alle spalle dell'inglese leader della classifica iridata Jenson Button (Red Bull), dal quale è staccato di 16 punti nel Mondiale piloti. Guadagna una posizione anche Giancarlo Fisichella, non più ultimo con la sua Ferrari. Il Gran Premio del Brasile si corre questa sera ad Interlagos (ore 18 italiane), penultimo appuntamento del Mondiale di Formula 1. Rubens Barrichello, che partirà dalla pole, è alla caccia del colpaccio:  Rubinho ha centrato solo la pole, ma considerando che il compagno di squadra scatterà dalla settima fila con il 14^ tempo e che Sebastian Vettel, partirà ancora più indietro (in ottava con il 16^tempo, ndr) con la sua RedBull, la speranza di tenere aperto il mondiale almeno fino ad Ognissanti con la gara di Abu Dhabi è più consistente. Certo, ora ci sono davanti i 71 giri di una gara lunga e forse anche ricca di colpi di scena se il meteo sarà simile a quello delle qualifiche. Intanto, però, Rubinho sogna di acciuffare il successo nella gara di casa e succedere nel palmares a gente come Senna o lo stesso Felipe Massa che domani sarebbe felice di sventolare la bandiera a scacchi sul casco dell'amico e concittadino. Certo, poi, ci sarebbe da sperare che Button non arrivi sul podio, per non veder vanificato un week end da sogno. Ma, appunto, al momento è tutto ancora un sogno. 

COSI' IL GP DEL BRASILE SU SKY


COMMENTA NEL FORUM DELLA F1


GIOCA A FORMULA SKY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky