Caricamento in corso...
19 ottobre 2009

Briatore all'attacco: la condanna? Un'aberrazione giuridica

print-icon
bri

Flavio Briatore non ci sta e martedì porterà in tribunale la Fia per chiedere l'annullamento della radiazione a vita dalla F1

Il ricorso presentato contro la Fia dall'ex boss della Renault con l'obiettivo di annullare la radiazione a vita sarà esaminato martedì a Parigi. In un comunicato la sentenza è definita ''una palese violazione dei diritti della difesa''

IL CASO PIQUET: ECCO PERCHE' BRIATORE E' STATO RADIATO

Il ricorso presentato da Flavio Briatore contro la decisione della Federazione internazionale
dell'auto (Fia) con l'obiettivo di ottenere l'annullamento della radiazione a vita dalla Formula 1 sarà esaminato domani alle 15:00 da un tribunale di Parigi. Lo riferiscono fonti giudiziarie sottolineando che l'ex responsabile del team Renault ha depositato oggi il suo ricorso al Tribunale di grande istanza di Parigi, dove ha sede la Fia, per ottenere la cancellazione della sanzione inflittagli lo scorso 21 settembre. "In questa vicenda, la Fia si è messa al servizio di una sola persona", afferma Briatore in un comunicato, alludendo a Max Mosley, il presidente della Fia. "Questa decisione è un'aberrazione giuridica e ho piena fiducia nei tribunali francesi per il ritorno a una giustizia imparziale".

Nell'articolo pubblicato ieri dal Journal du Dimanche si parlava anche dell'intenzione di Briatore di presentare una  richiesta di risarcimento danni tra 500 mila ed un milione di euro. Secondo i suoi legali, la sanzione della Fia, che non  prevede limiti di tempo, è contraria al diritto europeo ed alla  giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo. Inoltre la convocazione recapitata a Briatore non menzionava né le motivazioni né gli indizi raccolti a suo carico. Una "palese violazione dei diritti della difesa", commenta l'ex direttore della scuderia Renault nel comunicato. Infine, Briatore non avrebbe goduto di un giudice imparziale nella persona di Max Mosley, presidente della Fia, a causa della posizione assunta dall'italiano contro di lui nella stagione in  corso per ottenerne l'allontanamento.

Briatore è accusato dalla Fia di aver preso parte all'ideazione del falso incidente nel gp di Singapore nel 2008 che coinvolse Nelson Piquet Jr. L'incidente incriminato servì, secondo l'accusa, a favorire il successo nel mondiale dell'altro pilota Renault, Fernando Alonso. Pat Symonds, ex capo ingegnere  del marchio francese, è stato squalificato per cinque anni.

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA A FORMULA SKY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky