Caricamento in corso...
23 ottobre 2009

Formula 1, Jean Todt è il nuovo presidente della FIA

print-icon
spo

Jean Todt è il nuovo presidente della Fia, succede a Max Mosley

A Parigi l'ex direttore tecnico della Ferrari ha battuto la concorrenza di Vatanen per la guida della Federazione Internazionale dell'Automobile: "Sono molto felice di vedere che così tante nazioni nel mondo hanno sostenuto la mia candidatura"

Jean Todt è stato eletto presidente della Fia, al posto di Max Mosley che lascia l'incarico dopo 16 anni. L'ex direttore tecnico della Ferrari ha battuto nella votazione dell'Assemblea generale della Fia a Parigi l'ex campione del mondo finlandese di rally, Ari Vatanen. Il 63enne dirigente francese aveva il sostegno del suo predecessore Mosley e del patron della Formula 1, Bernie Ecclestone. Con l'elezione di oggi, il 63enne francese corona una carriera dirigenziale cominciata  oltre 20 anni come "deus ex machina" dei successi ottenuti dalla Peugeot nel Mondiale Rally (1985-1986), alla Dakar e alla 24 ore di Le Mans.

Il passaggio in Formula 1 avviene nel 1993, quando Todt assume  il comando della Scuderia Ferrari. La missione è riportare a Maranello il titolo iridato che sfugge dal 1979. Il team, con Ross Brawn come "cervello" e con Michael Schumacher in pista, dopo un lungo rodaggio diventa praticamente imbattibile: la Ferrari conquista il Mondiale costruttori dal 1999 al 2004, Schumi fa cinquina dal 2000 al 2004. A Maranello, Todt assume anche l'incarico di direttore generale dell'azienda e, dall'ottobre 2006, di amministratore delegato. Il francese conserva il controllo operativo della squadra corse fino al 2008, quando viene rimpiazzato da Stefano Domenicali. Il 17 marzo 2009 lascia la Ferrari e si prepara alla nuova avventura. Il  voto di oggi gli consegna la presidenza della Fia per il prossimo  quadriennio.

Jean Todt si è detto "sollevato" dopo la sua elezione alla presidenza della Federazione Internazionale dell'Automobile, ottenuta al termine di una "esperienza molto stancante". Il 63enne francese, ex dirigente della Ferrari, si è rallegrato per la schiacciante vittoria: "Sono molto felice di vedere che così tante nazioni nel mondo hanno sostenuto la mia candidatura", ha detto. Todt ha promesso di nominare un commissario per la gestione degli affari quotidiani. Il neo-presidente è inoltre intenzionato a formare una commissione disciplinare indipendente. "Nella mia carriera il successo è stato sempre costituito dall'allestimento di una squadra forte e dal trovare le persone giuste al posto giusto".

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1


GIOCA A FORMULA SKY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky