Caricamento in corso...
11 novembre 2009

Massa: "Senza sport sarei entrato nel tunnel della droga"

print-icon
fel

Felipe Massa ai box Ferrari

Il pilota della Ferrari si confessa a una radio brasiliana: "Ho conosciuto persone che facevano uso di stupefacenti, ma grazie al mio lavoro e alle amicizie sono diventato uno sportivo affermato e, a breve, anche padre"

Senza lo sport, Felipe Massa avrebbe rischiato di prendere una strada sbagliata e a volte senza uscita, quella della droga: lo rivela lo stesso pilota brasiliano, intervistato da "Radio Jovem Pan". "Le amicizie sono importanti. E avere un obiettivo nella vita, che per me era lo sport, è stato importante. Conoscevo persone che facevano uso di droghe e io potevo entrare in questo giro, ma non l'ho fatto perchè per me non era importante. Non ho mai usato droghe per aiutarmi".

Massa adesso è uno sportivo affermato, ha superato il gravissimo incidente che ne ha messo a repentaglio carriera e soprattutto vita e a breve diventerà padre: "E' un cambiamento molto grande nella mia vita. Non sarò più un pilota, sarò un padre che deve preoccuparsi non solo della propria vita ma al 100% di quella di suo figlio". Un periodo bello finalmente, che diventerà perfetto quando finalmente quando potrà tornare in pista. "Sono pronto a tutto, la cosa più importante è correre ma siamo preparati. Sono al 100%, il recupero è stato buono, sono tornato a fare palestra, a correre sui kart, in F1. L'operazione - ricorda - è stata seria. Potevo perdere la vista". E conclude: "Ero pronto per correre a Valencia, ma mia moglie mi ha detto di non andare".

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

GUARDA LA FOTOGALLERY DEL MONDIALE 2009

Tutti i siti Sky