Caricamento in corso...
12 novembre 2009

Briatore chiede un milione di euro di danni

print-icon
bri

Flavio Briatore sconvolto dopo la sentenza di radiazione dalla F1

L'ex team manager della Renault passa al contrattacco: oltre alla cancellazione della radiazione dalla Formula Uno, ha chiesto un risarcimento alla Fia. Il caso verrà esaminato il prossimo 24 novembre

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GUARDA LA FOTOGALLERY DEL MONDIALE 2009

IL CASO PIQUET: PERCHE' BRIATORE E' STATO RADIATO

Flavio Briatore passa al contrattacco: oltre alla cancellazione della radiazione dalla Formula Uno l'ex team manager della Renault ha chiesto un risarcimento di un milione di euro alla Fia. Il caso verrà esaminato il prossimo 24 novembre davanti al Tribunal de Grande Instance di Parigi che si pronuncerà sull'appello presentato da Briatore contro la sentenza di condanna per il falso incidente di Nelson Piquet jr al GP di Singapore 2008.

Il manager italiano, che ha sempre proclamato la sua estraneità dai fatti, da tempo non rilascia dichiarazioni ma tramite i documenti pubblicati in esclusiva oggi dal Guardian è comunque possibile conoscere le ragioni della sua azione legale. Secondo Briatore, infatti, che con ogni probabilità potrà contare anche sull'appoggio di Pat Symonds (l'ex ingegnere capo del team francese, squalificato per cinque anni per lo stesso crashgate), all'origine della sentenza ci sarebbe un "personale desiderio di rivincita da parte di Max Mosley. Uno scontro personale che avrebbe condizionato l'esito del processo, alterando le procedure durante le indagini preliminari così come l'udienza di settembre, in spregio al regolamento FIA e alle stesse leggi francesi.

Nel dossier di appello sono ricostruite le tappe degli scontri tra lo stesso Briatore, nel suo ruolo di rappresentante della scuderie di Formula Uno con la Fota, e Mosley. Sullo sfondo, ma non esente da responsabilità, anche la figura di Bernie Ecclestone, presente al momento della votazione del Consiglio Mondiale nonostante - questa l'accusa di Briatore - l'evidente conflitto di interessi. Da qui la controffensiva di Briatore che si sente vittima di un "personale desiderio di rivincita" e per questo chiede oltre alla revisione della sentenza anche un milione di euro come risarcimento per i danni causati alla sua immagine.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky