Caricamento in corso...
28 marzo 2010

Schumi si diverte. Ma a gioire è Button: trionfo inaspettato

print-icon
sch

Michael Schumacher è stato toccato in partenza da Fernando Alonso. Il tedesco ha dovuto cambiare il muso della sua Mercedes: alla fine sarà decimo

Il tedesco della Mercedes, toccato in partenza da Fernando Alonso, ha concluso la sua gara in decima posizione. In Australia sorride Button, il primo a montare le slick: ''Pensavo di aver combinato un disastro. Invece è andata bene''. LE FOTO

COMMENTA NEL FORUM DI FORMULA 1

"E' stato bello prendere un punto". Il nuovo Michael Schumacher deve accontentarsi delle briciole. Almeno per ora. Il 41enne pilota della Mercedes Gp ha chiuso al decimo posto il Gp d'Australia, secondo appuntamento del Mondiale 2010 di Formula 1: "Avrei potuto disputare una buona gara ma purtroppo sono stato colpito subito dopo la partenza". La sua freccia d'argento è stata coinvolta nell'incidente avvenuto tra la McLaren-Mercedes di Jenson Button e la Ferrari di Fernando Alonso. Schumi, toccato duro dalla rossa, è dovuto rientrare ai box per sostituire il muso. "Ovviamente, quell'incidente ha deciso il mio Gp. Sono cose che capitano, in questi casi bisogna solo dire 'le corse sono così".

Il pomeriggio sull'asfalto di Albert Park si è trasformato in  una lunga rincorsa. "Nel resto della gara sono dovuto ripartire  dall'ultima posizione. Devo dire che, nonostante tutto, mi sono  divertito. Il nostro ritmo oggi faceva ben sperare e, per una parte del Gp, siamo andati anche più veloci del gruppo di testa", dice  analizzando le note positive della prestazione. "E' stato bello  conquistare un punto. Possiamo affrontare fiduciosi la prossima gara, un'altra sfida", dice proiettandosi al Gp di Malesia in programma tra una settimana.

"Pensavo di aver combinato un disastro. Invece è stata una decisione giustissima". Jenson Button ha rischiato e ha vinto. Il campione del mondo ha trionfato nel Gp d'Australia grazie ad una strategia aggressiva: sull'asfalto umido di Melbourne, è stato il primo a montare gomme slick. La  McLaren-Mercedes numero 1 ha sbandato per qualche secondo, poi ha  preso il volo verso la vittoria. "E' stata una scelta azzardata, ma alla fine è stata determinante. Ho visto che in pista c'era una striscia asciutta, ho pensato che fosse il caso di provare. In realtà, mentre uscivo dalla corsia dei box temevo di aver combinato un disastro visto che l'asfalto lì era tutto bagnato. Ho pensato che poteva essere una catastrofe. Per fortuna, però, le cose in gara sono andate decisamente bene", dice l'inglese.

"E' stata una mia decisione -prosegue Button-. Per il pilota è più facile percepire le condizioni della pista. Dal muretto possono vedere le nuvole che arrivano, ma noi ci rendiamo conto delle condizioni sull'asfalto. Con le gomme intermedie non avevo equilibrio, quindi ho pensato di cambiare. Ho cominciato a effettuare sorpassi e ho capito di aver fatto la cosa giusta". "Non avremmo potuto  studiare una strategia migliore. Non ho mai pensato alla possibilità di effettuare un'altra sosta, era previsto che avrei completato la gara con un solo pitstop. Ho tenuto un ritmo che mi ha consentito di gestire le gomme, senza distruggerle".

Guarda anche:

Schumi attacca Alonso: mi ha rallentato nel mio ultimo giro
Gp Australia. Nelle libere volano le McLaren, Ferrari dietro

Il tramonto di Melbourne? A Massa non piace: partiamo prima!
Montezemolo predica calma: "A Melbourne serve umiltà"
Domenicali: ''Gp noiosi? Basta che vinca la Ferrari...''
Gp Melbourne, Alonso frena: "Ripartiamo da zero"

Tutti i siti Sky