Caricamento in corso...
29 marzo 2010

Alonso: ''La testa del Mondiale è una piacevole sorpresa''

print-icon
fer

Dopo due gare Fernando Alonso è al comando della classifica piloti con 37 punti (foto Ap)

Quarto a Melbourne e al comando della classifica piloti, il ferrarista è sorpreso dall'eccellente avvio di stagione: ''Non pensavo a un risultato del genere dopo due gare, va al di là di ogni mia aspettativa". LE FOTO DEL GP D'AUSTRALIA

COMMENTA NEL FORUM DI FORMULA 1

"Non pensavo certo di ritrovarmi al comando della classifica iridata dopo due gare: questo risultato va al di là delle mie aspettative". Fernando Alonso è sorpreso dall'eccellente avvio di stagione. Dopo 2 gare, il pilota spagnolo della Ferrari è al vertice della classifica con 70 punti. "E' stato un inizio di campionato incredibile. Sia in Bahrain che lo scorso fine settimana in Australia abbiamo dimostrato di essere competitivi ai massimi livelli e ciò deve renderci soddisfatti ed orgogliosi per quello che abbiamo fatto finora, non soltanto in pista ma soprattutto in fabbrica quest'inverno", dice l'asturiano dal blog che cura sul sito della Ferrari.

Ieri, nel Gp d'Australia, il due volte campione del mondo ha chiuso al quarto posto, alle spalle del suo compagno Felipe Massa. "La F10 si è confermata molto buona anche su un circuito semicittadino come quello dell'Albert Park. E' una macchina facile da guidare - lo avevo visto sin dal primo test di Valencia - ed è piuttosto semplice trovare un buon assetto su ogni tipo di pista. Inoltre, è una monoposto molto costante, nel senso che il suo comportamento non si modifica particolarmente fra qualifica e gara", dice evidenziando i pregi della monoposto.

"Questo è un fattore molto importante quest'anno, visto che c'è una bella differenza fra cercare il tempo con il minimo di  benzina a bordo il sabato pomeriggio e iniziare la gara con il serbatoio pieno la domenica", dice evidenziando le conseguenze della principale novità regolamentare. "Se consideriamo anche la caratteristica di non essere troppo severa con gli pneumatici - ieri sia io che Felipe abbiamo fatto 50 giri con lo stesso treno di gomme morbide - allora il quadro è completo. Per me è difficile dire con esattezza dove siamo rispetto agli altri ma quello che è certo è che abbiamo iniziato davvero con il piede giusto", prosegue.

In Australia, il risultato complessivo è stato più che soddisfacente. "A Melbourne abbiamo tirato fuori il massimo da una situazione che dopo la prima curva sembrava compromessa, riuscendo ad aumentare il vantaggio su quelli che ritengo saranno i principali nostri avversari nella lotta per il titolo. Non c'è però tempo per rilassarci perché fra pochi giorni siamo di nuovo in pista per il Gran Premio della Malesia", dice Alonso pensando all'appuntamento in programma domenica prossima a Sepang.

"La gara si svolge su quello che è sicuramente uno dei miei circuiti preferiti: ci sono curve di tutti i tipi ed è davvero un  piacere guidare una monoposto di Formula 1 a Sepang perché si riesce a spingere fino al limite della vettura. Non vedo l'ora di correre in  Malesia per la prima volta al volante di una Ferrari", dice prima di  fissare un obiettivo scontato: "Continuare sulla strada tracciata  nelle prime due gare. Non sarà semplice ma dobbiamo avere fiducia nelle nostre capacità''.

Guarda anche:
Melbourne, Vettel senza freni: ''Mi sono rotto le scatole''
Schumi si diverte. Ma a gioire è Button: trionfo inaspettato

Tutti i siti Sky