Caricamento in corso...
04 aprile 2010

Assolo Red Bull a Sepang, Vettel: ''Auto fantastica''

print-icon
vet

A Sepang trionfa Vettel davanti a Webber, suo compagno di squadra in Red Bull

Il tedesco si lascia alle spalle i problemi che lo hanno perseguitato nelle prime due gare della stagione e trionfa in Malesia: "Dopo un inizio così sfortunato questa doppietta è quello che ci voleva e premia una macchina meravigliosa". LE FOTO

COMMENTA NEL FORUM DI FORMULA 1

"Mi sono accorto di essere partito bene superando Rosberg e dopo sono riuscito a mettermi alle spalle anche Mark Webber". Con gli occhi di chi si sente d'aver toccato il cielo con un dito dopo due Gp cominciati in testa e finiti male, Sebastian Vettel, racconta come è partita la sua cavalcata verso la prima vittoria nel Mondiale che lo proietta al secondo posto della classifica insieme a Fernando Alonso e a due soli punti dall'altro ferrarista Felipe Massa. "Naturalmente la mia è stata una manovra decisa, ma anche prudente come è giusto che sia tra compagni di squadra. C'è molto rispetto tra noi e lui stesso si sarebbe comportato alla stessa maniera".

Vettel ammette come la sua vittoria nel Gran Premio della Malaysia sul circuito di Sepang sia nata al semaforo verde: "Una volta davanti si trattava solo di prendere un po' di vantaggio e di gestire le gomme. Ma la seconda parte della gara era interminabile, non ho mai smesso di sudare. Dopo due gare sfortunate questa doppietta è quello che ci voleva e premia una macchina fantastica".

Anche l'altro pilota della Red Bull Webber, giunto secondo partendo dalla pole, riconosce d'aver perso la gara in partenza: "In avvio ho fatto slittare le gomme, Vettel ha avuto la meglio e ha meritato di vincere. Quando ho visto che mi aveva passato ho capito che avrebbe vinto. Solo un altro guaio tecnico avrebbe potuto fermarlo".

Tutti i siti Sky