Caricamento in corso...
13 aprile 2010

F1, Massa non si accontenta: "Bottino pieno in Cina"

print-icon
fel

Il pilota ferrarista e leader del mondiale, Felipe Massa

Il leader mondiale sta raggiungendo Shanghai dove domenica si correrà il quarto Gp della stagione: "Mi sento in forma, le nuove soluzioni dovrebbero darci prestazioni migliori". Il direttore dei motori, Marmorini: "La rottura di Alonso non ci preoccupa"

COMMENTA NEL FORUM DI FORMULA 1

Il leader mondiale -
Felipe Massa raggiungerà tra qualche ora Shanghai, sede del GP della Cina, quarto appuntamento del Mondiale di Formula Uno che lo vede leader della classifica piloti. "Dopo qualche giornata trascorsa insieme alla famiglia a Monaco - Raffaela e Felipe mi hanno raggiunto a casa - sto per prendere l'aereo per Shanghai, dove si svolgerà la quarta prova del Campionato del Mondo", scrive sul proprio blog il pilota paulista. "Mi sento davvero in forma: buona parte dei giorni successivi alla gara della Malesia li ho passati allenandomi. Nel mio condominio c'è una palestra e non è mai molto frequentata quindi ho potuto fare tutto quello che volevo in pace e con calma. In ogni caso, il tempo è già piuttosto buono a Monaco cosi' ho potuto anche andare un po' in bicicletta o a fare jogging", racconta il capoclassifica. "A proposito del meteo, come sempre a Shanghai possiamo aspettarci condizioni variabili con temperature piuttosto fredde, come spesso è accaduto in passato.

Dobbiamo quindi ad essere preparati ad affrontare ogni circostanza. Intanto non vedo l'ora di poter sperimentare le nuove soluzioni che la squadra ha preparato per questa gara, che dovrebbero darci un po' più di prestazione. Se sarà così, allora potremo affrontare al meglio la sfida con le Red Bull e le McLaren. Questa è la seconda stagione in cui è in vigore il divieto di test durante il campionato, quindi l'introduzione di nuove parti comporta che il venerdi' viene utilizzato non soltanto per la ricerca del miglior assetto e per il tracciato e per la valutazione delle gomme ma anche come sessione di test per le novità. Di solito si fa un confronto fra le soluzioni nuove e la vecchia configurazione oppure si trasferiscono le parti da una macchina all'altra. Successivamente, durante il debriefing, si esaminano i dati della telemetria e le opinioni di noi piloti su come hanno lavorato i nuovi componenti prima di prendere una decisione sul loro utilizzo in qualifica e in gara", informa Felipe.

Il motore non preoccupa -
La Ferrari Marlboro arriva a Shanghai, in Cina, sede della quarta tappa del Mondiale di F.1, in testa ad entrambe le classifiche. E' un motivo di soddisfazione insieme al fatto che in Malesia, un circuito dalle caratteristiche molto differenti dai primi due del calendario, la F10 ha dimostrato di essere molto competitiva. Purtroppo, il potenziale non è stato sfruttato soprattutto perchè, insieme ad altre squadre, è stato compiuto un errore di strategia in qualifica. I problemi di affidabilità che hanno afflitto la vettura di Alonso in Malesia sono stati individuati, in particolare quello che ha danneggiato il cambio, determinato da un problema di un componente.

Una fumata bianca dal motore della vettura numero 8 aveva posto fine con un giro di anticipo alla corsa del pilota spagnolo: dopo i problemi avuti in Bahrain deve forse suonare l'allarme per i propulsori della Scuderia? Non è il caso, come ci spiega Luca Marmorini, Direttore Motori ed Elettronica della Gestione Sportiva. "Abbiamo svolto un'approfondita investigazione su quello che è accaduto nelle ultime settimane e possiamo essere certi che non c'è nulla in comune fra le due situazioni. In Malesia il motore di Fernando si è rotto a causa di un cedimento di un componente strutturale, una cosa che non era successa nei test invernali. Pensiamo che abbia avuto un ruolo l'anomalo utilizzo del propulsore determinato dal problema al cambio verificatosi sin dall'inizio della gara.

Tutti i siti Sky