Caricamento in corso...
16 aprile 2010

F1: Ferrari in difficoltà, ma Massa e Alonso sono tranquilli

print-icon
fer

Alonso firma autografi ai suoi fans cinesi (foto Lp)

Nonostante l'11° posto di Massa e l'ennesima rottura del motore di Alonso nelle libere del Gp della Cina, i piloti della Rossa restano ottimisti: "Abbiamo svolto un ottimo lavoro con le gomme, è inutile guardare la classifica. Non siamo preoccupati"

COMMENTA NEL FORUM DI FORMULA 1 

"Sono soddisfatto dell'andamento di questa giornata di prove libere". Felipe Massa vede il bicchiere mezzo pieno dopo le prime due sessioni di prove libere  del Gp di Cina. Il pilota brasiliano della Ferrari ha ottenuto il 10° tempo in mattinata e l'11° nel pomeriggio. "Abbiamo fatto tanti chilometri, pensando principalmente alla  preparazione della macchina in vista della gara di domenica. Abbiamo lavorato anche sulla valutazione di nuove soluzioni aerodinamiche sia  per questa gara che per lo sviluppo a medio termine, raccogliendo dati importanti che ora saranno analizzati dai tecnici", dice Massa. "Inoltre, abbiamo potuto fare un confronto fra i due tipi di gomme messi a disposizione dalla Bridgestone. Penso che ci siano diverse squadre molto competitive, come McLaren e Red Bull e anche Mercedes ha fatto un passo avanti: speriamo di lottare insieme a loro", conclude.

Fernando Alonso si dice tranquillo nonostante il brutto inizio a  Shanghai. Lo spagnolo della Ferrari è stato costretto al rientro  anticipato ai box durante la prima sessione di prove libere del Gp di  Cina a causa della rottura del motore della sua F10: il propulsore era lo stesso già utilizzato all'esordio in Bahrain, poi sostituito dopo le qualifiche per ragioni precauzionali. Il conto dei motori sostituiti da Alonso, dopo il ritiro in Malesia, sale perciò a due dall'inizio della stagione. Ma Alonso spiega: "Le mie preoccupazioni sono pari allo zero. Stiamo lavorando secondo programma con i motori che utilizzeremo il  sabato e in gara. Per quanto riguarda il propulsore per le libere dovremo fare chilometri in più da qui alla fine dell'anno, ma sempre  entro i limiti raggiunti durante i test invernali. Zero preoccupazioni perciò, come ho detto ieri", ripete lo spagnolo. "Se romperemo altri motori cominceremo a pensarci, ma per il momento non c'è motivo di  essere preoccupati. Finora va tutto secondo i piani", osserva l'asturiano. "Purtroppo abbiamo perso due motori. Quello in Malesia e' stato una sorpresa, ma questo forse era prevedibile".

Guarda anche

Alonso: la Ferrari migliorerà di molto durante la stagione
Massa sfida tutti: ''In Cina per confermare la leadership''

Tutti i siti Sky