Caricamento in corso...
03 agosto 2010

Alonso ci crede: ''Con sei podi si vince il Mondiale''

print-icon
fer

In Ungheria Fernando Alonso ha ottenuto un importantissimo secondo posto. Ora è tempo di pensare in grande (foto Ap)

In un'intervista sul sito ufficiale della Ferrari lo spagnolo si dice fiducioso: ''Abbiamo avuto gare buone, altre meno, fortuna, sfortuna, siamo ancora in lotta e siamo poco distanti, siamo alla pari con tutti a sette gare dalla fine"

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

"Penso che possiamo essere soddisfatti di quanto fatto finora. Abbiamo avuto gare buone, altre non buone, fortuna, sfortuna, siamo ancora in lotta per il campionato e siamo poco distanti, siamo alla pari con tutti a sette gare dalla fine". Lo spagnolo della Ferrari Fernando Alonso fa il bilancio all'inizio della pausa estiva del mondiale di F.1 al termine della quale inzierà la fase calda della stagione.

"Rivale principale? Rispetto per tutti, ma la Mclaren è molto forte con Hamilton - spiega lo spagnolo in una intervista al sito di Maranello - la Red Bull ha mostrato superiorità ultimamente, ma è il momento di rimanere calmi e freddi, lo stress sale sia in pista sia fuori, e noi dobbiamo essere bravi a gestirlo. Noi puntiamo sempre alla vittoria, non avere questa possibilità è una frustrazione per tutta la squadra. Loro andavano un po' troppo veloci per noi in Ungheria, ma sappiamo che ci sono circuiti più adatti alla nostra macchina. Quanto la macchina va forte dobbiamo vincere, quando va meno forte dobbiamo arrivare secondi. In Germania abbiamo vinto la gara e abbiamo avuto un distacco di mezzo secondo dagli altro. In Ungheria ci siamo ripetuti, ma quello che è difficile da spiegare è la superiorità della Red Bull. A loro in Ungheria è andato tutto bene, con il circuito che si adattava alle loro caratteristiche, ma noi abbiamo una macchina complessivamente molto competitiva per le 19 gare e alla fine vincerà il migliore".

"Quanto è importante la pausa? Luglio è stato molto intenso con tre gare in 4 settimane - spiega Alonso - meccanici, ingegneri e piloti abbiamo fatto trasferte e viaggi pesanti, è stata una minivolata per cercare di recuperare e adesso che abbiamo recuperato più della metà dei punti, abbiamo questo break e ne approfitteremo per analizzare i nostri punti di forza e prendere ogni gara come se fosse l'ultima. Vacanze? Rimarrò con i miei in Svizzera o in Spagna, ma niente viaggi o aeroporti, solo relax".

Meglio essere la lepre o inseguitore? "Non cambia molto, quando sei in testa ti vengono dei dubbi, sai che in qualsiasi momento può perdere il distacco, quando sei dietro è peggio perché non c'è possibilità di sbagliare, ma è bello quando cominci a fare buone gare e credi nella rimonta. Chi fa sei-sette podi vincerà il campionato, l'importante è avere continuità, che fino a ora nessuno ha mai avuto". Dopo la pausa estiva si riprenderà dal Gp del Belgio il 29 agosto: "Spa circuito più bello del mondo? E' sicuramente il più divertente per un pilota: lungo, con tutti i tipi di curve, con discese e salite. Ci sono altri circuiti belli come la Malesia e Monaco, che è una gara speciale".

Tutti i siti Sky