Caricamento in corso...
07 settembre 2010

Monza, contro il traffico resettati i navigatori satellitari

print-icon
tif

Gli appassionati si ''arrangiano'' agli angoli della pista per seguire il Gp. Ma è ancora più un'impresa raggiungere l'autodromo per il problema del traffico

Sono stati modificati addirittura i parametri dei maggiori gestori di navigazione satellitare per evitare agli automobilisti che si recano ad assistere al GP d'Italia di F1 di restare imbottigliati nel traffico. 20 ANNI DI STORIA FERRARI A MONZA: LE FOTO

Monza, la culla della Ferrari: 20 anni di storia dei Gp del Cavallino: la fotostory

Per ovviare al problema del traffico per chi si reca ad assistere al GP d'Italia di F1 sono stati addirittura modificati i parametri dei maggiori gestori di navigazione satellitare a causa degli imponenti lavori in corso a Monza. Lo ha rivelato il direttore dell'Autodromo di Monza, Enrico Ferrari, nella conferenza stampa di presentazione della gara.

Per evitare ingorghi, viale Lombardia, dove è in costruzione un tunnel lungo circa 2 chilometri, è stato escluso dalle indicazioni dei navigatori GPS che indirizzeranno gli automobilisti diretti all'Autodromo di Monza su percorsi alternativi. L'opera è stata progettata per smaltire il traffico di superficie di 100 mila veicoli che percorrono ogni giorno la congestionatissima arteria stradale. I lavori in corso hanno comportato una riduzione della carreggiata con ripercussioni sulla scorrevolezza del traffico e non è difficile immaginare che nei giorni del Gran Premio, con l'afflusso di decine di migliaia di tifosi, la circolazione andrebbe sicuramente in tilt.

Intanto in attesa del Gp che si correrà domenica mercoledì il Consiglio mondiale della Federazione internazionale (Fia) deciderà a Parigi se sanzionare la Ferrari per i presunti ordini di scuderia impartiti ai propri piloti durante il Gran Premio di Germania, vinto dallo spagnolo davanti al suo compagno di squadra Felipe Massa. La Fia esaminerà le circostanze che ad Hockenheim hanno portato il pilota asturiano alla vittoria, dopo che per 49 dei 67 giri della  corsa la gara era stata condotta dal brasiliano. Sotto inchiesta  saranno le conversazioni radio tra il team della Ferrari e i due piloti. Alonso e Massa non sono stati sanzionati per l'accaduto. La  squadra invece, è stata multata di 100mila dollari dai commissari di gara per la presunta violazione delle norme sugli ordini di scuderia. La palla è passata quindi alla Fia: in caso di decisione sfavorevole alla casa di Maranello potrebbe togliere i 25 punti conquistati da Alonso in Germania.

La classifica Mondiale dopo il Gp del Belgio


Commenta nel forum di Formula 1

Tutti i siti Sky