Caricamento in corso...
12 settembre 2010

Gp di Monza, trionfo per Fernando Alonso. Massa terzo

print-icon
fer

Fernando Alonso ha vinto il Gran Premio d'Italia di Formula Uno a bordo della Ferrari (foto Getty)

Il campione asturiano vince e si rilancia in classifica. A condire la festa Ferrari il terzo posto di Felipe Massa. Il tutto è merito della strategia ai box. Ritirato Hamilton, dopo un contatto con Felipe. GUARDA LE FOTO DEL GP DI MONZA

Monza: 20 anni di storia dei Gp del Cavallino, le foto

Commenta nel forum di Formula 1

Le classifiche aggiornate della Formula 1

Fernando Alonso trionfa al Gran Premio d'Italia a bordo della sua Ferrari, mandando in visibilio 80.000 tifosi pronti ad accalcarsi sul circuito per festeggiare l'asturiano. Chiude il trionfo del cavallino rampante il terzo posto di Felipe Massa. Sul secondo gradino del podio, il campione del mondo Jenson Button, autore di un'ottima gara.

Al via scatto imperioso di Button, che sfrutta al massimo una partenza incerta di Alonso. Massa prova a insidiare il compagno di squadra mentre dietro Webber ha problemi di trazione, come in occasione dell'ultima gara a Spa. Alla prima curva si rischia la collisione tra le due Ferrari in lotta, ed in uscita Alonso tocca con il muso il posteriore di Button, che non patisce danni. Dietro Hamilton prende la scia dello spagnolo della Ferrari, affiancando Massa, a sua volta in traiettoria per affrontare la variante della Roggia. In curva è inevitabile il contatto tra la gomma posteriore sinistra di Massa e l'anteriore destra di Hamilton, con l'inglese che soffre la rottura di un braccetto della sospensione che lo manderà nella sabbia alla prima di Lesmo.

Da questo momento in poi la gara si divide in due. Le prime tre corrono veloci, mentre dietro Rosberg fa da tappo a Kubica, Hulkenberg, Vettel e Webber. E' una sfida a suon di giri veloci, con Button che fa valere la miglior efficienza aerodinamica della sua vettura grazie all'F-duct, il condotto d'aria che stalla l'aria posteriore dietro comando del pilota, nel secondo settore, mentre le Ferrari facevano valere la loro migliore qualità nel primo e nel terzo settore.

Nel frattempo gli unici brividi vengono garantiti da Sebastian Vettel che lamenta problemi al motore e lascia passare Webber, prima di ritrovare il suo ritmo, e da Sakon Yamamoto, che in occasione della sua sosta ai box ha travolto un meccanico. Per soccorrerlo è stato necessario l'intervento di un'ambulanza nella corsia dei box, con conseguente chiusura della pit-lane. Conclusi i soccorsi, è stata riaperta.

La gara si addormenta con i primi tre che fanno una corsa a parte e dietro gli altri, in attesa della girandola dei pit stop che potrebbe muovere la classifica. Cominciano al giro 36 Rosberg e Webber, seguiti una tornata dopo da Button, Hulkenberg e Michael Schumacher.

E' il momento chiave della corsa. Fernando Alonso riesce a spingere al massimo nel giro che lo separa dal suo turno al box, guadagnando quanto basta per superare Button e involarsi in vetta. La stessa mossa non riesce a Massa, troppo poco il vantaggio del brasiliano sull'inglese. Comincia il Fernando Show. L'asturiano comincia a scaricare giri veloci a ripetizione, distanziando in pochissimi giri Button di oltre tre secondi. A sua volta l'inglese della McLaren ha un margine di sicurezza di quasi tre secondi su Massa, che garantisce il secondo posto.

Negli ultimi giri sono protagoniste le Red Bull. Webber dà il via a una grande battaglia con Hulkenberg. Il giovane tedesco della Williams si difende alla grande, prima di capitolare a tre giri dalla fine. Vettel ritarda il pit stop fino all'ultimo giro, correndo tutto il gran premio con le gomme morbide. La mossa, considerata coraggiosa, riesce alla grande, con il tedesco, quarto dopo le soste dei suoi concorrenti, che conserva la posizione.

Ma tutto l'autodromo è in attesa solo della bandiera a scacchi, e Fernando Alonso festeggia percorrendo a zig zag il rettilineo dopo la parabolica e passa pugni al cielo il traguardo, tra l'esplosione dei tifosi. Secondo Button e terzo Massa, che festeggia passando vicino al muretto dei meccanici. Grande entusiasmo anche nel box della rossa, coi complimenti dell'ingegnere di pista di Alonso Andrea Stella via radio.

Con Monza si archivia così la stagione europea della Formula 1. Prossimo appuntamento a Singapore, la gara notturna della stagione, il 26 settembre.

Tutti i siti Sky