Caricamento in corso...
09 ottobre 2010

Briatore allontana la F1: "Ho bisogno di nuove sfide"

print-icon
bri

Flavio Briatore per il momento non vuole tornare in Formula 1 (Getty Images)

L'ex team principal della Renault non vuole rientrare in pista ma pensa piuttosto a un ruolo commerciale nell'ambito dei motori. Sul duello Alonso-Webber: "Avevo visto giusto su tutti e due. Costruttori? Titolo alla Red Bull"

Commenta nel forum di Formula 1

Alonso a Suzuka: missione possibile per la Ferrari

Anne-Laure Bonnet:  così mangiano i piloti di F1

Tornare in Formula Uno come team manager? "No. Tre volte no!". Così risponde, in un'intervista al settimanale francese Journal du Dimanche (Jdd), l'ex numero uno della scuderia Renault Flavio Briatore, radiato due anni fa dalla Fia per la vicenda del crash-gate del Gp di Singapore 2008. "Ho bisogno di nuove sfide" racconta Briatore, invitando a "non dare alcuna importanza" alle voci che girano sul suo ritorno nel mondo dei motori. "Quel che è sicuro - spiega al Jdd - è che mi sono concesso due anni di pausa. Dopo, sarò pronto a tentare una nuova avventura professionale". Possibile, ammette, un suo ritorno nel paddock, ma "piuttosto nell'ambito commerciale, del business".

Invitato a pronosticare chi tra Mark Webber e Fernando Alonso, entrambi passati dalla sua scuderia, vincerà il mondiale, Briatore glissa: "Difficile decidere. Pero' vederli giocarsi il titolo mostra che non mi sono sbagliato al momento di ingaggiarli!". Per quanto riguarda invece il titolo costruttori, l'ex team manager ha le idee molto chiare: "Quest'anno il titolo è per la Red Bull. Sta a loro non lasciarselo soffiare".

Tutti i siti Sky