Caricamento in corso...
11 novembre 2010

Una poltrona per quattro. Alonso: ''A domenica non penso''

print-icon
alo

Alonso, Webber, Vettel e Hamilton si giocheranno il Mondiale ad Abu Dhabi (Getty)

Ad Abu Dhabi lo spagnolo della Ferrari si giocherà il Mondiale con i rivali di un'intera stagione. Ma Fernando preferisce pensare a quello fatto finora: ''Qualsiasi cosa dovesse accadere sarà stato comunque un grande 2010''. IL SIMULATORE E LE FOTO

Il simulatore del circuito di Yas Marina

Tutte le classifiche del Mondiale

I 18 podi del Mondiale: le foto

C'era la folla delle grandi occasioni nella sala dell'impianto del circuito di Yas Marina che ha ospitato questo pomeriggio la conferenza stampa FIA. Semplice il motivo: la presenza dei quattro piloti in lotta per il titolo. Seduto tra i due rivali della Red Bull, Alonso ha affermato che la Scuderia Ferrari pianificherà le proprie strategie per la gara finale di domenica in funzione delle prestazioni di venerdì e sabato. "Potremmo cambiare la nostra tattica in funzione della competitività mostrata e della posizione in griglia", ha dichiarato il pilota spagnolo.

Alla richiesta di individuare i punti di forza del pacchetto F10, Alonso non pensa esista un elemento specifico. "Non credo abbiamo la velocità in curva delle Red Bull, neppure la velocità di punta delle McLaren, ma nel complesso siamo generalmente competitivi nell'arco di un intero weekend di gara. Sono quindi abbastanza fiducioso sulle prestazioni della vettura. Qualunque sarà l'esito finale, ricordando questa stagione penserò come nei precedenti due anni avessi difficoltà a entrare in Q3, e che anche la Ferrari non aveva avuto un 2009 facile. E invece quest'anno stiamo lottando contro le due Red Bull per il titolo. Quindi, qualsiasi cosa succederà domenica, sarà stato comunque un grande 2010. Al momento non sto sprecando un solo secondo della mia energia nel pensare a cosa possa accadere domenica. Dobbiamo fare il lavoro del venerdì e del sabato per preparare il nostro obiettivo. Se possibile, sabato dovremmo essere in prima fila, anche una pole position sarebbe la benvenuta! In gara, il nostro obiettivo sarà finire in prima o seconda posizione, ma al momento non rientra nel nostro compito pensare o meno a cosa potrebbe accadere".

Fernando spera nel miglior risultato di gara possibile per la Scuderia, non solo per se stesso. "Ci sono state alcune gare, nel corso della stagione, come in Germania, Singapore, Monza, dove la monoposto è stata competitiva e abbiamo avuto due vetture sul podio", ha ricordato il pilota spagnolo. "Se riuscissimo a farlo anche qui, sarebbe di grande aiuto per me. E se Felipe avesse un fine settimana di gara perfetto, anche vincendo la corsa, allora sarebbe fantastico per la squadra". Dei quattro contendenti al titolo, solo Fernando e Lewis Hamilton hanno vissuto l'esperienza di essere in lotta per il Mondiale, a differenza di Mark Webber e Sebastian Vettel. Il pilota Ferrari, però, non crede che questo possa essere un gran vantaggio: "Avrei preferito una nuova ala anteriore in questa gara o qualche vantaggio in termini di prestazioni piuttosto che avere una tale esperienza!".

Commenta nel Forum della F1

Tutti i siti Sky