Caricamento in corso...
11 dicembre 2010

Montezemolo: "Sono orgoglioso di questa squadra"

print-icon
118

Il Presidente della Ferrari auspica ad un anno di grandi successi

Il presidente della Ferrari si rivolge al personale della scuderia durante il pranzo che apre il weekend natalizio della casa di Maranello: "La delusione è stata forte ma è stato comunque un anno straordinario. La prossima stagione sarà un successo"

Montezemolo: anno top per la Ferrari, contento per il Napoli

"La delusione è stata forte, ma sono orgoglioso di questa squadra". Luca di Montezemolo, presidente della Ferrari, ripensa al Mondiale perso per un soffio e si rivolge così al personale della scuderia, 700 tra uomini e donne, nel pranzo che apre il weekend natalizio della casa di Maranello. All'appuntamento, nel padiglione della Logistica, era presente tutto il team cominciare da Stefano Domenicali e dai piloti al completo - da Fernando Alonso e Felipe Massa ai collaudatori Marc Genè, Luca Badoer, Jules Bianchi e Giancarlo Fisichella – nonché i  rappresentanti di tutti gli sponsor e i fornitori. "E' stato un anno straordinario, suddiviso in tre fasi -dice  Montezemolo ripensando alla stagione 2010-: un inizio in Bahrain  folgorante, che ci aveva fatto pensare che avremmo potuto vincere  tanto; una forte delusione prima della metà del campionato, quando la nostra macchina non reggeva il passo con i migliori; una grande soddisfazione per una rimonta che ci ha portato ad essere in testa  alla vigilia dell'ultima gara". "Siamo ancora consapevoli di aver dato tutto così come del fatto che, per tutto l'anno c'è stata una  macchina che era andata più forte della nostra, a volte anche in  maniera molto netta", dice evidenziando i meriti della Red Bull che ha conquistato entrambi i titoli.

Montezemolo si sofferma sui due piloti, Alonso e  Massa: "Fernando ha avuto una stagione straordinaria: si è inserito  benissimo nella nostra famiglia e ha dimostrato un carattere incredibile, soprattutto quando c'era chi gli dava del pazzo quando  diceva che avrebbe lottato fino ad Abu Dhabi e il distacco dalla vetta era grandissimo". "Felipe -prosegue facendo riferimento al  brasiliano- ha avuto una stagione complicata ma saprà tornare ai  livelli che lo hanno portato, nel 2008 non un secolo fa, ad essere  campione del mondo, anche se per pochi secondi: è in credito di un mondiale e sta a noi rimetterlo nelle condizioni per poterlo vincere".

Il pranzo di oggi assume un significato particolare: Luca Badoer lascia infatti alla fine di quest'anno il ruolo di collaudatore della scuderia che ha ricoperto per tredici stagioni. "Luca è stato un  elemento chiave di tanti successi, grazie ad un lavoro tanto oscuro quanto fondamentale, fatto di chilometri su chilometri, suggerimenti e idee -dice Montezemolo-. Lo voglio ringraziare per quello che ha fatto e per come lo ha fatto perché gli va dato merito è di aver svolto questo compito con grande discrezione, rinunciando anche a correre in altre squadre pur di rimanere nella nostra famiglia" Due i regali speciali per Badoer: una scultura composta con i pezzi di tutte le monoposto Ferrari che ha guidato e una Fiat 500 Tributo Ferrari

Commenta nel Forum della Formula 1

Tutti i siti Sky