Caricamento in corso...
14 gennaio 2011

Montezemolo alla Red Bull: "Non sono abituati a vincere"

print-icon
mon

Il presidente della Ferrari replica alle polemiche innescate dal team della Redbull

Il presidente della Ferrari replica alle polemiche innescate nei giorni scorsi dal team campione del mondo: "Quando qualcuno avrà vinto il 10% di quello che abbiamo vinto noi risponderemo". E sulle parole di Alonso: "Schumi? Ci sono tanti piloti forti"

Alonso sceglie Schumi: "Vorrei un duello con lui quest'anno"

I 19 podi del Mondiale 2010: le foto

"Vedo con piacere che qualcuno ha vinto un Mondiale e forse non è ancora abituato a vincere come comportamenti, ma questo fa parte del gioco".Il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, replica così alle polemiche innescate nei giorni scorsi dal team Redbull campione del mondo di Formula 1 a proposito della presunta campagna acquisti relativa ai tecnici del team austriaco da parte della casa di Maranello. "Poi magari - ha aggiunto il numero uno della Rossa intervenuto a Wrooom 2011 - quando qualcuno avrà vinto il 10% di quello che ha vinto la Ferrari rispondiamo. Per il momento andiamo avanti e vinca il migliore".

Montezemolo ha poi assicurato che quanto detto ieri da Fernando Alonso su Michael Schumacher, "pericolo numero uno per il prossimo anno, non si tratta di una boutade: "Ci sono tanti piloti forti - ha detto Montezemolo - e tra questi anche Schumacher. Ma tra questi voglio che ci siano Massa ed Alonso. Non credo - ha proseguito il presidente della Ferrari - che quella di Alonso sia una boutade, le qualità di Michael non le scopriamo noi oggi e tanto meno noi della Ferrari per un pilota che ha legato il suo nome alla nostra storia".

Montezemolo ha risposto anche ad una domanda su Valentino Rossi ora in Ducati: "Che effetto le fa vederlo in rosso Ducati e non in rosso Ferrari? Sono contento di vedere in rosso - ha detto Montezemolo - Massa ed Alonso. E sono contento quando sarà possibile di vedere Valentino divertirsi con una Formula 1, ma credo che gli obiettivi di Valentino siano di vincere con una moto italiana e quindi diversi dalla Formula 1. Credo - ha concluso il presidente della Ferrari - che Valentino abbia valutato bene la sua scelta".

La Ferrari 2011 si presenta a Maranello il 28 gennaio

Tutti i siti Sky