Caricamento in corso...
26 gennaio 2011

Una Ferrari per l'Unità d'Italia: nel 2011 si chiamerà F150

print-icon
nap

Il presidente della Repubblica col presidente Ferrari, Luca di Montezemolo

Il primo a saperlo è stato il presidente Giorgio Napolitano: la nuova Rossa per il Mondiale (presentazione il 28 gennaio) si chiamerà così per celebrare la ricorrenza. E per guardare al futuro con ottimismo ritrovato. LE FOTO DELLA FF E IL VIDEO


I 19 podi del Mondiale 2010: le foto

La Ferrari 2011 si presenta a Maranello il 28 gennaio

Il primo a saperlo è stato Giorgio Napolitano: la nuova Ferrari si chiamerà F150 per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia. Il presidente della Repubblica ha apprezzato e nel suo messaggio rivolto a tutto il Paese, non solo alla Ferrari, ha chiarito il senso di queste celebrazioni. Unità d'Italia per il futuro, per tornare a essere il centro dell'Europa e del mondo.

Parole che spiegano perfettamente la sfida della Ferrari nel 2011: tornare a essere protagonista per le vittorie e non più per gli errori. Di buon auspicio la "F" inserita nella sigla: a partire dal 2000 questa lettera ha accompagnato il nome delle macchine insieme all'anno di costruzione. Un binomio vincente con la conquista di 7 titoli costruttori e sei piloti grazie alle 90 vittorie in 193 gran premi disputati.

Certo, l'ultima sigla celebrativa nel 2009 - la F60 in onore dei 60 anni della scuderia di Maranello - non ha portato molta fortuna, con una sola vittoria. Ma quella è stata un'annata molto particolare per colpa di controversie regolamentari. In Ferrari sperano che questa volta la storia cambi, puntando sull'Unità d'Italia per conquistare il mondo.

Commenta nel Forum della F1

Tutti i siti Sky