Caricamento in corso...
01 febbraio 2011

Ferrari, prove di affidabilità. Alonso senza problemi

print-icon
alo

Fernando Alonso a bordo della sua F150 in pista a Valencia

La nuova monoposto del Cavallino pilotata dallo spagnolo ha percorso circa 200 km senza riscontrare alcun problema tecnico. Alonso si è concentrato su gomme e aerodinamica e ha fatto registrare un buon 1'14"718

Le foto della nuova Ferrari F150

La scheda tecnica della nuova F150


Sebastian Vettel è stato il più veloce nella prima giornata. Otto dei 12 team sono scesi in pista provando le 3 gomme da asciutto portate dalla Pirelli e verificando i progressi in particolare delle coperture posteriori. Vettel, campione del mondo in carica, con la nuova Red Bull RB07 ha messo in fila la concorrenza girando in 1'13"769 e completando 93  giri. Il 23enne tedesco ha preceduto il connazionale Nico Hulkenberg, collaudatore della Force India, che ha fermato il cronometro su 1'13"938 utilizzando la monoposto 2010. Terzo tempo per Gary Paffett (1'14"292): come Hulkenberg, anche il collaudatore inglese della McLaren ha avuto a disposizione la versione 'old' della macchina.

Lo scozzese Paul di Resta, pilota ufficiale della Force India, ha chiuso in quarta posizione (1'14"461) facendo meglio della Ferrari di Fernando Alonso. Lo spagnolo, al volante della F150, ha girato in 1'14"553. Nel debutto ufficiale della nuova rossa, l'asturiano ha lavorato principalmente sullo sviluppo generale della vettura e  sull'approfondimento della conoscenza degli pneumatici. Al termine  della giornata, conclusasi senza particolari problemi tecnici ma con un'escursione fuori pista alla curva 3, il due volte campione del  mondo ha inanellato 98 giri.

In salita, invece, la giornata della Mercedes GP. Le frecce d'argento hanno svelato la MGP W02 ma hanno dovuto fare i conti con i primi contrattempi. Un problema idraulico ha costretto Nico Rosberg a fermarsi dopo appena 9 giri. L'inconveniente ha ritardato l'esordio di Michael Schumacher: il 42enne ha avuto il tempo di completare solo 15 passaggi. Il migliore, in 1'16"450, ha garantito al 42enne il nono tempo complessivo. Niente squilli nemmeno per la Renault. Il russo Vitaly Petrov si è scaldato per 6 giri prima di riportare la R31 ai box per un lungo  break. Dopo il lavoro dei meccanici e l'analisi dei dati, altre 22  tornate per l'ottavo tempo (1'16"351).

I tempi:
1. Sebastian Vettel (Red Bull-Renault) 1'13"769 (93 giri);
2. Nico Hulkenberg (Force India-Mercedes) 1'13"938 (71);
3. Gary Paffett (McLaren-Mercedes) 1'14"292 (91);
4. Paul di Resta (Force India-Mercedes) 1'14"461 (28);
5. Fernando Alonso (Ferrari) 1'14"553 (97);
6. Kamui Kobayashi (Sauber-Ferrari) 1'15"621 (68);
7. Jerome D'Ambrosio (Virgin-Cosworth) 1'16"003 (71);
8. Vitaly Petrov (Renault) 1'16"351 (28);
9. Michael Schumacher (Mercedes) 1'16"450 (15);
10. Jaime Alguersuari (Toro Rosso-Ferrari) 1'17"214 (19);
11. Rubens Barrichello (Williams-Cosworth) 1'17"335 (77);
12. Narain Karthikeyan (HRT-Cosworth) 1'18"020 (45);
13. Nico Rosberg (Mercedes) 1'19"930 (9

I 19 podi del Mondiale 2010: le foto

Commenta nel Forum della F1

Tutti i siti Sky