Caricamento in corso...
26 marzo 2011

Alonso: "Una qualifica choc". Massa: "Aspettiamo la gara"

print-icon
alo

Fernando Alonso visibilmente insoddisfatto dopo le qualifiche di Melbourne (Getty)

Visibilmente delusi dalle posizioni ottenute in griglia i ferraristi sperano in qualche variabile importante nella gara di Melbourne: "Potrebbe esserci la Safety Car", spiega l'asturiano. Vettel soddisfatto: "E' solo il primo passo"

Le foto: l'Album della stagione che sta per iniziare

Tutto il calendario della nuova stagione

"Non sono contento della differenza tra noi e la pole, il problema è il distacco dal primo, questo è il problema". Il pilota spagnolo della Ferrari Fernando Alonso non si aspettava una differenza di un secondo e mezzo tra la Rossa e la Red Bull in qualifica, ma si accontenta della quinta posizione che domani "in una gara piena di sorprese e con la variabile gomme" potrà consentirgli di arrivare sul podio. "Dopo la prima qualifica c'è questo choc, ma - avverte il ferrista - anche l'anno scorso la Red Bull ha fatto tante pole ma non altrettanti punti in gara. Non abbiamo usato il 100% del nostro potenziale ma quando lo useremo speriamo di essere più vicini".

"Domani - aggiunge Alonso dal paddock dell'Albert Park di Melbourne - spero di poter arrivare sul podio, credo che avremo una gara con molte emozioni e con l'entrata della safety-car. Il podio è il nostro obiettivo. Abbiamo perso competitività, non è colpa dell'asfalto e del freddo. Dobbiamo vedere che nella macchina sia tutto a posto e analizzare i dati. Siamo sorpresi che macchine come Williams e Sauber siano così vicine a noi. Non possiamo dire che Red Bull e McLaren sono più consistenti, oggi abbiamo avuto un risultato negativo".

"E' vero, è una differenza grande. Noi qui soffriamo di più, siamo meno competitivi. Siamo andati peggio perché avevamo meno grip. L'asfalto con questa temperatura non ci ha aiutato". Come Alonso anche il pilota brasiliano della Ferrari Felipe Massa è sorpreso della distanza tra la Rossa e la Red Bull nelle qualifiche del Gran Premio d'Australia. Un Vettel così può già scappare nel Mondiale? "Se la sua macchina è come oggi dappertutto può scappare, certo che sì. Comunque - aggiunge Massa - vediamo domani, è una gara dove tante cose possono succedere. L'affidabilità è importante, dobbiamo pensare a fare punti e a finire la gara".

Se il buongiorno si vede dal mattino, Sebastian Vettel ha di che sorridere. Un tempone per il tedesco, 1'23"529, con Hamilton secondo a quasi otto decimi. "Abbiamo fatto il primo passo e cominciare la stagione in questo modo, con una pole position, è un buon segno", le parole del tedesco, che non può fare a meno di ringraziare il team per il lavoro fatto. "Abbiamo lavorando davvero duramente per portare la RB7 dove è ora e il merito è di tutti coloro che hanno fatto la loro parte per preparare la monoposto - continua il tedesco - E' stato un inverno divertente, le macchine sono cambiate molto e i test sono stati molto impegnativi. Abbiamo provato tutti a lavorare a nostro modo sulle gomme Pirelli e arrivando qui siamo rimasti impressionati da come funzionano sul giro unico, anche quando la macchina è piu' carica". Ma ora è tempo di mettersi alle spalle queste qualifiche perché "se guardiamo alla classifica siamo a zero punti come tutti gli altri, per cui vediamo cosa succede domani".

Tutti i siti Sky