Caricamento in corso...
10 aprile 2011

Gp Malesia, pole Vettel. Alonso quinto nelle qualifiche

print-icon
spo

Gp Malesia, Fernando Alonso (Ferrari) quinto nelle qualifiche. Il Gp si corre alle 10 (Foto Getty)

Il pilota della Ferrari commenta la griglia di partenza, con Red Bull e McLaren davanti: "Loro più veloci, ma può succedere di tutto. Possiamo puntare al podio". Soddisfatto Vettel: "Pole ottenuta grazie al Kers". LE FOTO

Le foto: l'Album della stagione 2011
Tutto il calendario della nuova stagione
I trucchi per la Malesia nei video MotorSport

"Red Bull e McLaren sono ancora imprendibili per noi. Ma in gara puo' succedere di tutto, puntiamo al podio". Fernando Alonso deve accontentarsi del quinto posto nelle qualifiche del Gp di Malesia. Il pilota spagnolo della Ferrari partira' dalla terza fila nella griglia che, nelle prime 4 posizioni, e' monopolizzata da due team. "Ieri eravamo un po' lenti e lo siamo stati anche stamattina nelle ultime prove libere", dice il pilota asturiano ai microfoni della Rai. "Abbiamo apportato qualche modifica e ora siamo li', alle spalle di Red Bull e McLaren. Per noi sono ancora imprendibili e, tutto sommato, il quinto posto puo' andar bene", aggiunge l'asturiano. "L'aerodinamica e' decisiva, abbiamo dovuto modificare la monoposto per adattarla alle caratteristiche del circuito. Direi che siamo cresciuti, anche se soffriamo ancora in qualche curva", osserva Alonso.

Al di la' delle difficolta', l'obiettivo e' chiaro: "Puntiamo al podio perche' qui puo' succedere di tutto. Abbiamo il Kers e possiamo sfruttarlo alla partenza, forse la Red Bull non lo avra'. Poi, con questo caldo sara' fondamentale l'affidabilita"', dice. Se poi dovesse piovere, il Gp si trasformerebbe in una lotteria. Anche sulla pista asciutta, la strategia sara' determinante. "Se esaminiamo il degrado degli pneumatici, penso che ci saranno piu' pitstop  rispetto al Gp d'Australia. Direi che 3-4 soste saranno la media: sara' divertente per chi guarda, magari sara' un po' piu' stressante per noi...".

Sorride Sebastian Vettel, alla 17.a pole della carriera, la seconda della stagione. "Senza il Kers, non avrei conquistato la pole position - ha detto -. In Australia non avevamo il Kers, per fortuna qui la squadra ha fatto un ottimo lavoro, abbiamo risolto la maggior parte dei nostri problemi. Se non avessimo  avuto il Kers, oggi non saremmo riusciti a conquistare la pole", dice l'iridato dopo le prove ufficiali.

"Non abbiamo avuto un problema specifico, ma non tutto e' andato come doveva", aggiunge descrivendo le fasi decisive della giornata. Vettel ha conquistato la pole in extremis, strappandola alla McLaren-Mercedes dell'inglese Lewis Hamilton. "Un po' di traffico e  qualche errori non ci hanno permesso di trovare il passo giusto. Questa pista e' particolare, va interpretata bene. Il divario tra  noi e la McLaren si e' ridotto rispetto al Gp d'Australia, questo  dimostra che le cose possono cambiare rapidamente. Sara' importante  far bene domani in condizioni particolari, visto che fa molto caldo", aggiunge il driver di Heppenheim.

Commenta nel forum di Formula 1

Tutti i siti Sky