Caricamento in corso...
26 maggio 2011

Gp Monaco: ok Ferrari, 1° Alonso. "Questione di feeling"

print-icon
fer

La Ferrari di Fernando Alonso sulle strade di Montecarlo (Getty)

Nella seconda sessione di prove sul circuito cittadino di Montecarlo, lo spagnolo ha fatto registrare il miglior crono, davanti alla McLaren di Hamilton e alla Mercedes di Rosberg. Quinto Vettel, solo sesto tempo per Massa. GUARDA LE FOTO

FOTO: Massa e Alonso giocano a calcio a Montecarlo - Le immagini del weekend di gara in Spagna - L'album della stagione 2011

Il calendario della nuova stagione

Tutti i segreti della F1 nelle clip di Motorsport

La Ferrari di Fernando Alonso è la più veloce nelle seconde prove libere del Gp di Montecarlo. Lo spagnolo ha messo in fila tutti con il tempo di 1'15"123. Dietro di lui la McLaren di Hamilton (1'15"228) e la Mercedes di Rosberg (1'15"321). Vettel soltanto quinto (1'15"667), davanti a Massa, sesto con il tempo di 1'15"781). Il ferrarista Alonso ha fatto registrare il miglior tempo con le gomme super-soft, al debutto in questa stagione. Completano il quadro delle seconde libere Schumacher, settimo con il tempo di 1'16"336, davanti a Webber (1'16"642), Sutil (1'17"104) e Heidfeld (1'17"126). Tra gli italiani, Trulli è diciannovesimo (1'18"490), mentre Liuzzi non ha girato per problemi tecnici.

Per la Ferrari di Alonso il Gp di Monaco, sesta prova Mondiale, è insomma iniziato nel migliore dei modi. Le caratteristiche del circuito, dove la velocità media è bassa e l'aerodinamica conta poco, hanno esaltato la Ferrari. "A Monaco è soprattutto una questione di feeling con la macchina: più un pilota ne ha, più può spingere, giro dopo giro. Sembriamo un po' più competitivi che altrove e il motivo è molto semplice: qui l'aerodinamica conta meno e quindi soffriamo di meno".

Fernando Alonso commenta così il miglior tempo: "Su un tracciato con la velocità media più bassa certe magagne sono coperte da altri fattori, come la meccanica e il motore. Sono stato subito a mio agio in pista, sin dalla mattina, così ho potuto spingere sempre di più perché la vettura rispondeva bene e mi dava fiducia. Sono contento ma sappiamo che questo è soltanto il primo giorno e che le Red Bull magari si nascondono un po' prima di venire fuori il sabato in qualifica. Sabato sarà certo una giornata molto più stressante perché qui il minimo errore si paga a caro prezzo. Noi dobbiamo cercare di rischiare qualcosa per cercare di recuperare il gap che ci separa dai migliori. Non credo che la situazione possa essere molto diversa rispetto a quello che avevamo visto in Spagna: dobbiamo migliorare ancora il bilanciamento della vettura. Per quanto riguarda le gomme, credo che la prestazione sia stata abbastanza simile a quella dei test invernali, pur con temperature molto più elevate: rispetto alle altre gare, non c'è una gran differenza fra le prime e le option, almeno a prima vista" conclude Alonso.

Sesto tempo, invece, per Felipe Massa. Una prestazione che comunque soddisfa il pilota paulista: "Sono abbastanza contento della macchina, anche se c'è ancora un po' di sovrasterzo, soprattutto con le supersoft. Rispetto a Barcellona mi sembra di poter lottare di più: non è come in altre occasioni dove era chiaro che non riuscivamo a far lavorare gli pneumatici" afferma il brasiliano.

Chi vincerà a Montecarlo? Discutine sul forum della Formula 1

Tutti i siti Sky