Caricamento in corso...
28 maggio 2011

Perez, le accuse di Alonso e Massa: "Pista pericolosa"

print-icon
fer

Anche Fernando Alonso ha voluto dire la sua sull'incidente di Perez, mettendo sotto accusa il circuito di Montecarlo (Getty)

I piloti della Ferrari mettono sotto accusa il circuito di Montecarlo dopo il brutto incidente nel quale è rimasto coinvolto il pilota messicano della Sauber: "Lo diciamo da anni, quel punto è pericoloso. Ma è Monaco e quindi va tutto bene...". LE FOTO

FOTO: Le immagini dell'incidente di Perez - Massa e Alonso giocano a calcio a Montecarlo - L'album della stagione 2011

Il calendario della stagione

Tutti i segreti della F1 nelle clip di Motorsport

"Lo diciamo da anni: quel punto della pista è pericoloso, ma siamo a Monaco e va tutto bene". Felipe Massa non nasconde il suo disappunto per l'incidente di Sergio Perez. "Monaco può, le altre piste no", rincara la dose il pilota della Ferrari prendendosela con quel piccolo dosso all'uscita del tunnel che crea non pochi problemi di frenata alle monoposto. "Ogni anno è sempre più pericoloso - aggiunge Fernando Alonso - anche perché l'aerodinamica delle vetture migliora e la velocità aumenta. Speriamo facciano qualcosa per migliorarlo - aggiunge Alonso - bisogna migliorare l'asfalto in quel punto".

Fernando Alonso ha anche commentato le qualifiche: "La macchina era un po' meno buona di come la sentivo nelle prove libere e dobbiamo capirne esattamente le ragioni. Oggi pomeriggio c'era una McLaren molto veloce e credo che il favorito per la pole fosse Hamilton. Il risultato della Q3 non credo sia rappresentativo dei veri valori in campo perché la bandiera rossa ha scombinato i piani per tanti piloti. Ad Hamilton è andata male mentre alla Red Bull è andato tutto bene. Noi siamo un po' a metà: dovevamo fare due serie da due giri cronometrati ciascuna, senza rifornimento, e quindi non siamo riusciti a tirare fuori il massimo dalle gomme".

Sebastian Vettel partirà dalla pole position, ma il suo pensiero va al pilota messicano: "E' stata una qualifica molto lunga, con tre sessioni dure dove bisognava dare il 100 per cento. Siamo stati non perfetti nella Q2 ma nelle Q3 abbiamo dato il massimo. La cosa più importante è sapere che Sergio Perez sta bene, abbiamo pensato moltissimo a lui, gli facciamo i migliori auguri e speriamo possa partecipare alla gara domani. Non è stato semplice aspettare tutto questo tempo dopo l'incidente, ho atteso tanto per la pole ma è arrivata. La gara di domani è estremamente lunga, succedono sempre moltissime cose, ci sono 78 giri e con tutti i pit stop di quest'anno può succedere di tutto, una cosa che non cambia è che partire qui in pole è molto importante".

Anche Mark Webber ha voluto dire la sua sull'incidente di Perez: "C'è ancora molto da fare per migliorare la sicurezza a Montecarlo. I medici hanno fatto del loro meglio, ma quanto alla sicurezza qui a Montecarlo bisogna migliorare. C'è ancora molto da fare qui".


Dì la tua sull'incidente di Perez nel forum della Formula 1

Tutti i siti Sky