Caricamento in corso...
07 luglio 2011

F1, ecco Silverstone: per la Ferrari, esame di competitività

print-icon
fer

Le Ferrari di Alonso e Massa in pista a Valencia (Getty)

Il week end automobilistico sarà dedicato al Gp di Gran Bretagna, con le Rosse impegnate alla ricerca della prima vittoria stagionale. Un vero e proprio test, se non altro per confermare i progressi mostrati domenica scorsa a Valencia

FOTO: Le foto del Gp d'Europa - Il contatto tra Hamilton e Button a Montreal - Le immagini dell'incidente di Perez a Montecarlo - L'album della stagione 2011

Il calendario della stagione

I VIDEO : Tutti i segreti della F1 nelle clip di Motorsport

La Formula Uno sbarca a Silverstone, sul rinnovato impianto, per il Gran Premio di Gran Bretagna, nono round del Mondiale 2011. E vi sbarca con il gran favorito, il campione del mondo in carica, Sebastian Vettel sulla Red Bull. L'attenzione sarà incentrata sulle modifiche ai regolamenti con la proibizione dei diffusori posteriori: con la loro messa al bando, c'è la curiosità per capire quanto Vettel e Webber perdono nei tempi su giro e quanto conterà nella corsa alla pole position il sabato e la domenica in gara. Grande interesse ci sarà anche per le prestazioni delle Ferrari 150° Italia. Partita decisamente male ma che nelle ultime tre uscite su circuiti cittadini e' stata molto performante, con l'ottimo secondo posto di Fernando Alonso a Valencia, nel GP d'Europa.

La Ferrari ora è chiamata all'esame su un circuito in cui sarà fondamentale un giusto setting per puntare alla vittoria che è l'obiettivo principale della squadra diretta da Stefano Domenicali. Bisognerà capire se gli sforzi profusi in questi mesi hanno pagato: se con le gomme dure si riuscirà a lavorare bene e se l'efficienza dell'anteriore sarà aumentata e quindi se questo diminuirà il degrado delle posteriori. Punto interrogativo anche per quanto riguarda l'efficacia del kers, il sistema di recupero dell'energia cinetica perché sul circuito britannico non ci sono molti punti dove poterlo ricaricare, visto che i freni sono forse il componente meno utilizzato su questo tracciato: chi saprà far lavorare meglio il kers anche in queste condizioni potrà avere un vantaggio. Con otto delle dodici scuderie con base in Gran Bretagna, è ovvio, che una osservata speciale è la McLaren.

Il team di Woking, infatti, non ha mantenuto le promesse della vigilia e nelle ultime corse è stata al centro dell'occhio del ciclone per le manovre di Lewis Hamilton, spesso giudicate eccessive e pericolose e per l'altalenarsi delle prestazioni, con ad esempio la vittoria di Jenson Button in Canada al termine di una gara di grandi emozioni e grandi rimonte dal 21° posto, per poi passare alla prova incolore di Valencia.

Tutti i siti Sky