Caricamento in corso...
09 ottobre 2011

Giappone: vince Button, Alonso 2°. Festa Vettel, è Mondiale

print-icon
seb

Sebastian Vettel si è laureato campione del mondo a Suzuka

L'inglese della McLaren ha vinto il Gran Premio disputato sul circuito di Suzuka precedendo il ferrarista, autore di un'ottima gara. Ma è il tedesco della Red Bull a gioire: con il terzo posto, è campione del mondo per il secondo anno consecutivo. FOTO

Il calendario della stagione

FOTO: L'album della stagione 2011 - Vettel, bis mondiale: in Giappone è Sebastian-mania

NEWS:
Sebastian festeggia il trionfo: "E non è ancora finita..."

Sebastian Vettel si è confermato campione del mondo di Formula 1: il tedesco della Red Bull ha vinto il secondo titolo mondiale consecutivo grazie al terzo posto conquistato a Suzuka. Il Gran Premio del Giappone è stato vinto da Jenson Button, su McLaren, davanti al ferrarista Fernando Alonso. Quarta la Red Bull di Mark Webber davanti alla McLaren di Lewis Hamilton ed alla Mercedes di Michael Schumacher. Settima la Ferrari di Felipe Massa che ha preceduto la Sauber di Sergio Perez e la Renault di Vitaly Petrov. Chiude in zona punti la Mercedes di Nico Rosberg. Diciannovesimo posto per la Lotus di Jarno Trulli, mentre l'altro italiano su Hispania Racing Vitantonio Liuzzi ha chiuso ultimo.

Sebastian, campione di precocità - Per Vettel, un terzo posto dietro alla McLaren vincente di Jenson Button ed alla Ferrari di Fernando Alonso che vale il titolo bis dopo quello conquistato l'anno scorso ad Abu Dhabi. Il tedesco a Suzuka si incorona imperatore di una stagione doiminata fin dall'inizio. A nulla è valsa la resistenza dei suoi rivali che hanno dovuto ben presto dire addio ad una stagione dominata in lungo e in largo dalla scuderia della nota bevanda energetica. All'età di 24 anni, tre mesi e sei giorni, Vettel è diventato il pilota più giovane a vincere due mondiali. Il record in precedenza apparteneva allo spagnolo della Ferrari Fernando Alonso.

La gara - Subito un brivido alla partenza con Vettel che rischia di beccarsi una penalizzazione per aver sbarrato la strada ad un arrembante Button. Al semaforo verde l'inglese della McLaren cerca di sorprendere sulla sua destra il campione del mondo che a sua volta con una manovra al limite, giudicata regolare dai commissari di gara, gli chiude la porta in faccia. Button viene poi sopravanzato dal compagno di squadra Hamilton, mentre le due Ferrari mantengono la posizione guadagnata in qualifica con Massa quarto e Alonso quinto. Dopo pochi chilometri Hamilton va subito in difficoltà con le gomme e corre ai box per primo, mentre Alonso passa facilmente la Rossa di Massa e si ritrova terzo. Intorno al decimo giro comincia il solito valzer di pit-stop ed ecco il primo ritiro con la Toro Rosso di Sebastien Buemi che finisce fuori pista per una ruota fissata male. Al ritorno in pista la situazione vede sempre Vettel in testa davanti a Button e Alonso capaci entrambi di tenere il passo della Red Bull. Passano solo dieci tornate e le vetture di testa decidono di ricambiare gli pneumatici con Button che ne approfitta per superare il giovane Seb, mentre l'altra McLaren di Hamilton ingaggia l'ennesimo duello con la Ferrari di Massa (quinto dietro a Webber) dalla cui vettura si vede volare un pezzo di alettone. Episodio che induce la direzione gara a far entrare in pista al 24/o giro la safety-car per consentire la pulizia della pista: azzerati di conseguenza tutti i distacchi con il trenino di testa formato sempre da Button-Vettel-Alonso. Quanto accaduto tra Massa ed Hamilton con tanto di frenata al limite con ruote fumanti viene messo sotto indagine dai commissari, ma il primo pilota di dolore della Formula 1 viene graziato. Duello che si ripete al 38/o giro con Hamilton che sul rettilineo passa il brasiliano a pieni giri.

Intanto i tre di testa si rifermano e Alonso si ritrova secondo tra Button e Vettel, vicinissimo allo spagnolo. Ma da qui in poi il Gran Premio del Giappone con una Ferrari più competitiva del solito sembra una sfilata d'eccezione fino alla bandiera a scacchi per incoronare campione del mondo Vettel, dare un'altra bella soddisfazione a Button e un segnale di incoraggiamento per Alonso e la sua Rossa.

1 Jenson Button McLaren
1 Sebastian Vettel (Red Bull) 324 punti
2 Fernando Alonso Ferrari 2 Jenson Button (Mercedes)
210 punti
3 Sebastian Vettel
Red Bull
3 Fernando Alonso (Ferrari)
202 punti
4 Mark Webber Red Bull 4 Mark Webber (Red Bull) 194 punti
5 Lewis Hamilton McLaren 5 Lewis Hamilton (McLaren)
178 punti
6 Michael Schumacher Mercedes 6 Felipe Massa (Ferrari) 90 punti
7 Felipe Massa Ferrari 7 Nico Rosberg (Mercedes) 63 punti
8 Sergio Perez Sauber
8 Michael Schumacher (Mercedes) 60 punti
9 Vitaly Petrov
Renault 9 Vitaly Petrov (Renault) 36 punti
10 Nico Rosberg Mercedes 10 Nick Heidfeld (Reanult) 34 punti

Classifica costruttori: Red Bull 518; McLaren 388; Ferrari 292; Mercedes 123; Renault 72; Force India 48; Sauber 40; Toro Rosso 29; Williams 5; Lotus, Hrt, Virgin 0.

Vettel di nuovo campione del mondo. Diventerà meglio di Schumacher? Discutine sul forum

Tutti i siti Sky