Caricamento in corso...
05 giugno 2012

Ferrari verso Montreal, Alonso: "Una gara importante"

print-icon
fer

A Montecarlo Fernando Alonso ha ottenuto un fantastico terzo posto (Getty)

L'asturiano vola in Canada da leader nella classifica iridata: "Guidare il campionato è solo l'inizio, è un punto di partenza, perché l'obiettivo finale è essere in testa al campionato fino al Brasile". Massa: "Abbiamo le stesse gomme di Montecarlo"

La Ferrari vola in Canada forte della leadership di Fernando Alonso nella classifica piloti e con un Felipe Massa rinato. A Montecarlo, l'asturiano ha conquistato la vetta in solitario in classifica, mentre il brasiliano ha dimostrato di esserci ancora. Fernando Alonso arriva all'appuntamento canadese a tre punti da Sebastian Vettel e Mark Webber. Lo sviluppo della F2012 è in continua evoluzione e a Montreal la monoposto presenterà degli scarichi diversi. "Guidare il campionato è solo l'inizio, è un punto di partenza, perché l'obiettivo finale è essere in testa al campionato dopo l'ultima gara in Brasile nel mese di novembre", dice Alonso a Ferrari.com.

"E' un campionato lungo e i punti guadagnati nelle prime sei gare ci hanno permesso di essere in testa, ma siamo ben consapevoli di dover migliorare. Abbiamo bisogno di rendere la vettura più veloce, lavorando sodo, senza commettere errori e cercando quella costanza così difficile da trovare in questo campionato". Trazione e velocità di punta sono il tallone d'Achille della F2012 e la natura del circuito di Montreal mette in risalto queste due aree prestazionali. "Penso che dall'inizio della stagione abbiamo migliorato la vettura in queste due aree e il Canada sarà un buon test in questo senso", conferma il pilota di Oviedo.

"In questo fine settimana speriamo di vedere una Ferrari competitiva: sarà molto importante per noi, non solo per questa gara, ma anche per il resto della stagione". Mentre trazione e velocità massima sono importanti, qui altri parametri - quali la deportanza - lo sono meno. Tuttavia i freni sono notevolmente sollecitati e come al solito gli pneumatici giocheranno un ruolo fondamentale nel fine settimana.

Felipe Massa è in partenza da Monaco alla volta di Montreal a dieci giorni dalla gara disputata nel Principato, iniezione di fiducia per il pilota della Ferrari dopo un inizio di stagione difficile. Il brasiliano spera che Monaco segni un nuovo inizio per il suo campionato: "Penso che Monaco sia stato un buon weekend per me, perché sono stato competitivo fin dall'inizio delle prove libere", ha dichiarato il brasiliano a Ferrari.com. "Durante tutto il fine settimana sono stato costante, nelle libere, in qualifica e in gara".

"Mi sono trovato particolarmente a mio agio con la macchina - ha aggiunto -, si è lavorato nella giusta direzione per adattarla al mio stile di guida e mi auguro che questo trend positivo possa continuare, a partire dalla gara in Canada e fino alla fine del campionato". Quanto al motivo di questo cambiamento improvviso, che lo ha visto nuovamente competitivo con tempi molto più vicini a quelli del suo compagno di squadra Alonso rispetto alla prima parte dell'anno, Felipe fornisce una serie di possibili spiegazioni. "La prima è che il set-up richiesto per Monaco è molto diverso da quello richiesto da altre piste, ma anche se il circuito cittadino fa storia a sé, possiamo almeno provare a seguire la direzione presa lì e cercare di farla funzionare su altri tracciati. Anche se ammetto che è una situazione insolita, forse per quanto mi riguarda è la
migliore direzione da prendere perché la F2012 funzioni bene. E' anche vero che a Monaco ci sono meno punti in cui vengono esercitate elevate forze laterali sulla vettura, punto debole della nostra auto. Abbiamo provato questo approccio anche al simulatore, ma lì non è sempre facile ottenere una risposta chiara, motivo per cui occorre continuare a sperimentare sui campi di gara".

"A Monaco le gomme non hanno mai avuto un degrado alto, anche nella prima sessione di prove, e questo ci ha molto sorpreso. Questo weekend avremo gli stessi pneumatici - soft e supersoft - e sarà fondamentale capirne le prestazioni già dal venerdì per iniziare a pianificare la nostra strategia di gara".

Nuovo intervento per Kubica - Per ridare al pilota polacco speranze di poter tornare a correre in Formula 1, dopo il grave incidente del 6 febbraio dello scorso anno durante un rally nel savonese, Kubica si è sottoposto nella Casa di cura "Pederzoli" di Peschiera del Garda (Verona) all'operazione eseguita dal dottor Ruggero Testoni, primario dell'Unità operativa di chirurgia della mano, che è perfettamente riuscita. L'intervento è consistito nella sostituzione di una parte del gomito, con l'applicazione di due protesi di capitello radiale e di condilo esterno omerale.

"In questo modo - ha spiegato Testoni - il pilota potrà gestire in pieno il volante, mentre in precedenza era incapace di ruotare il palmo verso il basso, ed era costretto a staccare la mano dal volante per affrontare le curve a sinistra". "L'intervento - aggiunge Testoni - è stato preceduto da una serie test al simulatore di una vettura di Formula 1". Kubica, che vive in Toscana, dovrà tornare frequentemente a Verona per sottoporsi a sedute di fisioterapia per recuperare la funzionalità della mano. Il direttore sanitario della Casa di cura veronese, Gian Luca Gianfilippi, ha sottolineato che all'unità operativa di chirurgia della mano vengono eseguiti 2500 interventi all'anno, dei quali 100 riguardano il reimpianto di dita della mano, avambraccio o braccio.

Tutti i siti Sky