Caricamento in corso...
28 ottobre 2012

Vettel vince anche in India. Alonso tiene aperto il Mondiale

print-icon
gp_

Sebastian Vettel (Red Bull) ha vinto il Gp d'India. Secondo Alonso, terzo Webber (Foto Getty)

Il tedesco al comando dal primo all'ultimo giro: sono 13 i punti di vantaggio nella classifica piloti di F1 sullo spagnolo della Ferrari. Prova super di Fernando, che parte dalla quinta posizione e strappa il secondo posto a Webber. Massa sesto

Sebastian Vettel (Red Bull) ha vinto il Gp d'India, andato in scena a Nuova Delhi. E' il quarto successo di fila per il pilota tedesco della Red Bull, che era partito in pole position. Vettel ha dominato la gara e sofferto (in parte) nel finale per effetto della grande rimonta di Fernando Alonso. La Ferrari dello spagnolo, infatti, grazie ad un'ottima partenza ha sfruttato nel corso degli ultimi giri un problema al Kers della Red Bull di Webber, piazzandosi così al secondo posto. Due errori nel finale, però, hanno impedito che la grande prestazione di Alonso si trasformasse in un'impresa storica. Il Mondiale è però ancora aperto.

GP INDIA, ORDINE D'ARRIVO


1. Sebastian Vettel - Red Bull  
2. Fernando Alonso - Ferrari  / +9.4 sec.   
3. Mark Webber - Red Bull  
4. Lewis Hamilton - McLaren   
5. Jenson Button - McLaren   
6. Felipe Massa - Ferrari   
7. Kimi Räikkönen - Lotus
8. Nico HulkenberG - Force India
9. Romain Grosjean - Lotus
10. Bruno Senna - Williams

LA CRONACA


60° giro
- Sebastian Vettel primo sotto la bandiera a scacchi del Gran Premio d'India. Il pilota Red Bull precede di 9 secondi un grande Fernando Alonso letteralmente. Sul podio sale anche Mark Webber. Punti per Lewis Hamilton, Jenson Button, Felipe Massa, Kimi Raikkonen, Nico Hulkenberg (terza gara a punti), Romain Grosjean e Bruno Senna.

58° giro - Gran finale di Hamilton! Spinge al massimo per portare a pochi decimi il distacco da Webber.

57° e 58° giro - Due errori, il primo su un doppiaggio, sembrano mettere fine al tentativo di rimonta di Fernando Alonso. Al 57° giro anche Schumacher si ritira.

56° giro
- Alonso scatenato. Recupera decimi su decimi a Vettel, dalla cui monoposto sono fuoriuscite scintille. La sua Red Bull ha toccato il terreno.

50° giro - Dieci giri dalla fine. Vettel ha 10 secondi di vantaggio su Alonso. Webber deve difendere il podio dal ritorno di Hamilton (a 4 secondi ma in crescita).

49° giro
- Alonso strepitoso. Riesce ad ottenere segnare il giro più veloce: 1.29.236

47° giro - Webber e gli ingegneri della Red Bull non riescono a risolvere il problema al Kers. Alonso ne approfitta e riesce nel sorpasso. Kers e alettone hanno decisamente funzionato per la Ferrai dello spagnolo.

45° giro -
Testacoda di De La Rosa. Problema ai freni per lui.

44° giro
- Webber dialoga via radio con i suoi per il mancato funzionamento del Kers. Alonso, che è a 2 secondi, potrebbe approfittarne. Hamilton frena ed è ancora a 6 secondi.

39° giro
- Hamilton fa registrare il giro più veloce della gara. Vettel non molla, alle sue spalle prosegue il duello Webber-Alonso. Cala il ritmo di gara di Massa: via radio arriva l'invito a risparmiare carburante.

36° giro
- Pit stop anche per Grosjean: l'ultimo cambio gomme tra le prime dieci posizioni.

35° giro - La classifica vede Vettel al comando con 12” su Webber e Alonso, 20” su Hamilton, 30” su Button e Grosjean, 35” su Massa e Raikkonen, 43” su Hulkenberg e 60” su Rosberg. Nelle prime dieci posizioni, il solo Grosjean ha ancora le gomme montate in partenza.

33° giro
- Cambio gomme anche per Vettel effettua il cambio gomme. Alonso sempre in pressing su Webber.

32° giro
- Pit stop per Hamilton. L'inglese sostituisce anche il volante.

30° giro
- La Red Bull di Webber in pit lane: l'australiano torna in pista davanti ad Alonso. Lo spagnolo però ci crede e tenta l'attacco.

29° giro -
Pit-stop per Alonso. Rientro velocissimo. Con gomme a temperatura è a pochi decimi da Webber.

28° giro -
Pit stop per Massa. Il brasiliano rientra in pista in duello con Raikkonen e riesce a conservare la propria posizione.

27° giro -
Si ferma anche Raikkonen per il cambio gomme. Tenterà subito dopo l'assalto a Massa.

26° giro
- Button è il primo dei top-driver a fermarsi per il pit-stop. Sceglie gomme dure. Parziali record per Vettele e Webber.

22° giro - Alonso recupera 3 secondi in tre giri su Webber, che ha un ritmo molto alto. Vettel procede incontrastato: 1.30.6 contro 1.32.3 di Webber e 1.31.3 di Alonso.

21° giro - Perez si ritira. La sua vettura potrebbe aver accusato oltremodo danni nel giro di rientro effettuato con lo pneumatico forato.

20° giro
- Dopo quelli al 15° giro, nuovi problemi alle gomme per il messicano Perez (Sauber). Contatto con Ricciardo: la posteriore destra si è bucata ed è stato costretto ad un secondo pit-stop.

16° giro -
Grosjean supera Senna (Williams). Il pilota della Lotus ora è tra i primi dieci.

14° giro -
Le Red Bull girano su 1.31.5. Alonso.

12° giro -
L'ordine della gara: primo Vettel (Red Bull), poi Webber (Red Bull), Alonso (Ferrari), Hamilton (McLaren), Button (McLaren), Massa (Ferrari), Raikkonen (Lotus), Perez (Sauber), Hulkenberg (Force India), Rosberg (Williams-Mercedes).

11° giro -
Massa insidia Button, ma l'operazione sorpasso non riesce. Raikkonen è dietro al brasiliano di mezzo secondo.

10° giro -
Vettel colleziona "giri veloci". Alonso fatica a tenere il passo delle Red Bull e cerca di non far aumentare il divario: 7.5”.

7° giro -
Vettel scappa. Alonso è staccato di 6 secondi e 2 decimi dal tedesco

5° giro -
Alonso è scatenato. Resiste a Button e punta la Red Bull di Webber.
Hamilton e Button duellano.

2° giro
- Vettel prova ad allungare e gira in 1.32.5, guadagnando mezzo secondo a sugli inseguitori. Abilitato il DRS.

1° giro
- Sebastian Vettel (Red Bull) mantiene la prima posizione davanti al compagno di sqiuadra Webber. Duello mozzafiato tra la Ferrari di Alonso e le McLaren di Hamilton e Button. Sorpassi e contro sorpassi, con lo spagnolo che alla fine riesce a superare Hamilton e si accoda a Button (in terza posizione).

Ecclestone fa festa - Il patron della Formula Uno Bernie Ecclestone ha allegramente festeggiato a Gretar Noida, 60 chilometri da New Delhi, il suo 82° compleanno, ricevendo i direttori sportivi delle Scuderie impegnate nel Gran Premio di India sull'International Buddh Circuit, fra cui il team principal di Ferrari, Stefano Domenicali.

Tutti i siti Sky