Caricamento in corso...
23 novembre 2012

Gp Brasile: Hamilton il più veloce nelle libere, 5° Alonso

print-icon
alo

Fernando Alonso è indietro nelle libere del Gp del Brasile

L'inglese della McLaren fa registrare il miglior tempo sul circuito di Interlagos in entrambe le sessioni di prove dell'ultimo Gp della stagione. Staccati Vettel e Webber, quarta e quinta posizione per le Ferrari di Massa e Alonso

Dopo aver dominato le prime prove libere, Lewis Hamilton si è confermato il più veloce anche nelle seconde prove libere del Gp del Brasile, ventesima ed ultima tappa del Mondiale 2012 di Formula 1 che si disputerà domenica ad Interlagos (71 giri per 305,909 km).

Il pilota inglese della McLaren-Mercedes ha fermato il cronometro su 1'14"026 precedendo ancora le Red Bull del tedesco Sebastian Vettel (1'14"300) e dell'australiano Mark Webber (1'14"523). Quarta e quinta posizione per le Ferrari del brasiliano Felipe Massa (1'14"553) e dello spagnolo Fernando Alonso (1'14"592). Alle spalle delle rosse, le Mercedes dei tedeschi Michael Schumacher (1'14"654) e Nico Rosberg (1'14"669). Ottavo tempo (1'14"669) per la McLaren-Mercedes dell'inglese Jenson Button (1'14"863).

Nelle prime libere, Hamilton, vincitore la settimana a Austin, aveva ottenuto il miglior crono in 1'14"131, precedendo di soli 9 millesimi e di 67 le RedBull del tedesco Sebastian Vettel, secondo, e dell'australiano Mark Webber, terzo. Quinta la Ferrari dello spagnolo Fernando Alonso (+0"261), dietro anche alla McLaren di Jenson Button, quarta, e appena davanti al suo compagno di scuderia, il brasiliano Felipe Massa, sesto a 0"585.

"Oggi c'era molto caldo in pista e l'asfalto ha raggiunto, soprattutto nel pomeriggio, temperature fuori dalla norma, anche per questo tracciato. Non abbiamo ancora trovato il bilanciamento ideale della vettura quindi resta molto lavoro da fare insieme agli ingegneri in vista del prosieguo del fine settimana", ammette Fernando Alonso commentando sul sito della Ferrari le prove libere del venerdì ad Interlagos.

"Si prevedono condizioni molto diverse fra il sabato e la domenica, un motivo in più per concentrarci sulle scelte migliori per preparare la monoposto per le qualifiche ma, soprattutto, per la gara. Dopo tanti venerdì non è che ci possano essere delle grandi novità di cui parlare in merito agli pneumatici: le Hard appaiono più costanti, le Medium più veloci sul tempo sul giro. Difficile dire se preferiamo pioggia o asciutto: come ho già detto prima, è fondamentale essere preparati ad affrontare entrambe le situazioni. Sappiamo che dobbiamo fare 14 punti più di Vettel per il Campionato e non perderne altrettanti rispetto alla McLaren per mantenere il secondo posto nella classifica Costruttori: obbiettivi chiari ma certamente difficili da raggiungere", conclude il pilota di Oviedo.

Tutti i siti Sky