Caricamento in corso...
20 dicembre 2012

F1, novanta giorni al via: tutti i numeri del Mondiale 2013

print-icon
vet

Alonso e Vettel la scorsa stagione: la rivincita del ferrarista riparte dall'Australia, il 17 marzo (Foto Getty)

Venti gp, una scuderia in meno (HRT fallita) e una colletta - quella di Kobayashi - andata male. Il 17 marzo il Circus riparte dalla sfida Vettel-Alonso. Forse con tre piloti finlandesi e nessun italiano. E Montezemolo: "Fernando resta il migliore"

di Stefano Rizzato

Si ripartirà dal 3. Dai 3 punti che sono costati ad Alonso la vittoria del mondiale 2012 e che hanno fatto esplodere la festa di Vettel e Red Bull. L'appuntamento per la rivincita è fissato al 17 marzo, come da tradizione nel gran premio dell'Australia, a Melbourne. Intanto, ecco tutte le novità sulla stagione 2013, in cifre.


20 - Le gare del prossimo campionato, proprio come nel 2012. In realtà una - in programma il 21 luglio - è ancora in dubbio, per motivi economici. Se gli organizzatori troveranno l'accordo con la Fia, ci sarà il ritorno del circuito di Istanbul, in Turchia. Ma negli ultimi tempi ha preso quota anche un altro ritorno: quello del tracciato austriaco dello Spielberg, l'ex A1 Ring. Oggi sponsorizzato dalla Red Bull Ring, che spinge per il suo rientro nel circuito a dieci anni dall'ultimo gran premio d'Austria

22 – Le auto al via, dopo la scomparsa del team HRT, finito in liquidazione. Con due vetture in meno rispetto al 2012, cambieranno le qualifiche. Sei i piloti eliminati dopo la prima parte e sei nel Q2. La fase decisiva continuerà invece ad essere la sfida per i dieci più veloci

2 – I volanti ancora da assegnare. A meno di tre mesi dal via, restano vacanti un posto nella Caterham, con Heikki Kovalainen favorito, e uno alla Force India, per il quale è duello aperto tra il francese Jules Bianchi e Adrian Sutil

184.655.120 yen - Il denaro - pari a un milione 650mila euro - raccolto da Kamui Kobayashi tra i suoi fan, attraverso il sito kamui-support.com. Una maxi-colletta per superare quella di altri piloti "paganti" e poter correre in Formula 1 anche nel 2013. Tutto inutile: il giapponese è rimasto senza un volante ed è stato sostituito in Sauber dal messicano Gutierrez. Nel 2013 si partirà senza piloti nipponici.

3 – Tanti potrebbero essere invece i piloti finlandesi nella Formula 1 edizione 2013, se Kovalainen sarà effettivamente confermato e con l’arrivo – già certo – di Valtteri Bottas alla Williams, al posto di Bruno Senna. Così tanti finnici al volante non si vedevano dal 1994, gli anni di Mika Salo, JJ Lehto e Mika Hakkinen.

78 – I punti di distacco nella GP2 2012 tra il talento italiano Davide Valsecchi, vincitore della categoria, e Max Chilton, che chiuse quarto nella classifica finale. Le porte della Formula 1 si sono aperte però solo per l’inglese, che correrà nel 2013 su una Marussia. Il comasco dovrà aspettare ancora.

8 – I cilindri dei motori V8 che andranno in pensione a fine 2013. Dal mondiale 2014 toccherà ai motori V6 a 6 cilindri e 1600 cc. Una vera rivoluzione che attende il circuito al termine della prossima stagione.

Tutti i siti Sky