Caricamento in corso...
06 febbraio 2013

Jerez, Grosjean il più veloce. Hamilton fuori pista

print-icon
gro

Romain Grosjean è stato il migliore nella giornata di test a Jerez (Foto Getty)

Non comincia al meglio l'avventura del britannico con la sua nuova monoposto: al 15° giro è andato contro le barriere. Lotus già in forma, la Ferrari di Massa con l'ottavo tempo

Romain Grosjean è stato il più veloce nella seconda giornata di test della Formula 1 a Jerez.  Il francese, al volante della Lotus, ha completato 95 giri con il miglior crono di 1'18"218. Staccati di quasi 8 decimi lo scozzese Paul Di Resta con la Force India (1'19"003) e di 9 decimi Daniel Ricciardo (1'19"134) con la Toro Rosso. Quarto tempo per l'australiano Mark Webber, fra i più attivi in pista con 101 giri percorsi, che al volante della Red Bull ha chiuso a 1"120 da Grosjean. Felipe Massa con la Ferrari F138 ha portato a termine 78 giri con l'ottavo tempo del giorno di 1'19"914, ad oltre un secondo e mezzo da Grosjean. Per il team di Maranello pomeriggio dedicato a prove aerodinamiche e di durata. Nessuno sguardo ai tempi, spiega la Ferrari, che ha preferito concentrarsi sulla raccolta delle informazioni necessarie ad orientare il lavoro delle prossime giornate. Domani la 'rossa' tornerà in pista sempre con il brasiliano al volante.

La Mercedes ha chiuso con largo anticipo la seconda giornata di test, dopo il problema ai freni posteriori che ha causato l'uscita di pista di Lewis Hamilton: il britannico, al debutto con la scuderia tedesca, ha potuto completare solo 15 giri. Ieri un problema elettrico ha fermato il lavoro del tedesco Nico Rosberg dopo appena 14 tornate.

Razia alla Marussia - Il brasiliano sarà il secondo pilota della Marussia, scuderia russa di Formula 1, nel Mondiale 2013. Affiancherà l'inglese Max Chilton, presentato ieri a margine dei test in corso sul circuito di Jerez. Luis Razia, 23 anni, sarà al volante della nuova MR02, anch'essa svelata ieri, già nelle prove di oggi. Secondo nel campionato GP2 nel 2012, conosce la Marussia F1 per esserne stato pilota di riserva nel 2010, quando la scuderia si chiamava ancora Virgin. Oltre che per le sue doti di guidatore, sarebbe stato scelto anche perchè in grado di portare un notevole apporto finanziario (circa 12 milioni di euro), grazie ad alcuni sponsor personali. Resta un solo sedile da riempire in F1 per la stagione 2013, quello della Force India. Cercasi compagno di squadra per lo scozzese Paul di Resta.

Bruno Senna, addio F 1-
Il pilota brasiliano lascia la Formula 1 per correre quest'anno con l'Aston Martin nel World Endurance Championship. Il 29enne pilota dopo l'addio dalla Williams lo scorso anno, dopo aver chiuso 16esimo nella classifica piloti di F1 con 31 punti. "Voglio andare avanti e tornare a vincere le gare", ha dichiarato Bruno Senna ad Autosport. L'ex pilota di Williams, HRT e Renault era stato vicino ad un passaggio alla Force India prima dell'annuncio. Senna, nipote del tre volte campione del mondo di F1 Ayrton Senna, farà il suo debutto al WEC del prossimo mese nella 12 Ore di Sebring in Florida, negli Stati Uniti.

Tutti i siti Sky