Caricamento in corso...
21 febbraio 2013

Lotus F1, gli uomini che vogliono stupire il mondo

print-icon
eri

Eric Boullier e Gerard Lopez, rispettivamente team principal e presidente della Lotus F1 (Getty)

Tutti si aspettano una lotta a tre fra Red Bull, Ferrari e McLaren. Ma il team, inglese ma con forti influenze francesi targate Renault, cercherà di inserirsi nel duello, provando a fare da quarto incomodo per la lotta al titolo

Una vittoria, ad Abu Dhabi, dieci podi e 303 punti conquistati, che sono valsi il quarto posto nella classifica iridata dei costruttori. Niente male per il Team Lotus F1, che nel 2012 era all'esordio ufficiale nel campionato del mondo dopo il passaggio dalla Renault. Se i bracci di questa operazione si chiamano Kimi Raikkonen e Romain Grosjean, le menti invisibili non sono volti molto conosciuti. E proprio lavorando dietro le quinte stanno cercando di costruire un ambizioso progetto che si inserisca nella lotta a tre fra Red Bull, Ferrari e McLaren.

Eric Bouiller (team principal) - Francese di Laval, classe 1973, laureato nel 1999 e nel mondo dei motori da oltre una decade. E' questo il profilo del team principal della Lotus F1, che ha cominciato con la scuderia DAMS con il progetto LeMans e F3000. Nel 2008 arriva il primo grande successo, quando conquista il titolo con il Team France nell'A1GP. Appena due stagioni piu' tardi viene nominato team principal della Lotus: è lui il giovane condottiero che deve guidare la scuderia inglese ai fasti del glorioso passato.

James Ellison (direttore tecnico) – Una laurea in ingegneria aerospaziale a Cambridge e una carriera in Formula 1 lunga 22 anni. Tanti ne sono passati dal suo arrivo nel reparto aerodinamico della Benetton. Cinque anni in Ferrari (2000-2005) e l'arrivo in Renault, diventata Lotus nel 2009. Qui è diventato il capo e ha contribuito alla progettazione della E-20, l'auto che nel 2012 ha portato la scuderia al 4° posto nel campionato costruttori.

Alan Permane (capo operazione in pista) – 45 anni, inglese, è la persona che nel team si occupa di coordinare le operazioni dal muretto. Ex ingegnere di pista di Giancarlo Fisichella e Jarno Trulli, è stato il secondo del direttore sportivo Steve Nielsen, fino alle sue dimissioni. Da 24 anni nella squadra Renault, ha esordito nel mondo della Formula 1 nel 1989 nel reparto elettronica. Di strada, da allora, ne ha fatta parecchia.

Gèrard Lopez (presidente) -
41 anni, nato in Lussemburgo, parla fluentemente sette lingue ed è il presidente, nonchè proprietario maggioritario del pacchetto azionario del team, che ha acquistato nel 2009. Fanatico del Barcellona, è stato uno dei primi a credere (e investire) in Skype. La sua lungimiranza negli affari fa ben sperare i tifosi della Lotus.

Tutti i siti Sky