Caricamento in corso...
22 aprile 2013

Vettel, un monarca in Bahrain. Lotus da applausi

print-icon
pod

Il podio del Gp del Bahrain: Vettel, Raikkonen e Grosjean (foto getty)

Gara sublime del tedesco, che nella quarta prova del Mondiale ha centrato la sua seconda vittoria stagionale. Rosse sfortunate. Bene il team Lotus (seconda e terza), il migliore nella gestione delle gomme. Il 12 maggio si riparte dalla Spagna

di Gianluca Maggiacomo

Più che un dominio è stata una dittatura. Sebastian Vettel a Sakhir ha centrato la sua seconda vittoria stagionale (28esima in carriera) al termine di una gara condotta in splendida solitudine. Il tedesco ha preso la testa della gara al terzo giro e non l’ha più lasciata. Alle sue spalle la Lotus di Raikkonen, secondo anche in classifica generale. Terzo Grosjean, sempre su Lotus. La sorpresa è stato il bel quarto posto della Force India di Di Resta, che già nelle libere aveva fatto bene.
Niente da fare per le Ferrari. Alonso ha avuto problemi al Drs (ala mobile posteriore) poco dopo la partenza e questo gli ha pregiudicato il podio. Lo spagnolo, però, ha di che sorridere, vista la rimonta spettacolare dalla 14esima all'ottava posizione. Meno soddisfatto Massa: per lui problemi alle gomme (due forature di fila) e 15esimo posto.

Libere: Kimi vola - Venerdì è stato il giorno di Raikkonen. Nella seconda sessione di prove, con temperature oltre i 30 gradi e un asfalto che superava i 40, il finlandese ha messo tutti in riga con 1:34.154. Alle sue spalle le Red Bull di Webber e Vettel. Quarta piazza per Alonso. Sessione storta, invece, per Massa (sesto), che ha pagato l’usura degli pneumatici posteriori.

Fernando: buone le intenzioni - Alonso ha fatto la voce grossa nella terza sessione e, malgrado un testa-coda durante un cambio di direzione, ha ottenuto il miglior tempo davanti a Vettel e Webber. Determinanti sono state le Pirelli medie montate nel pit-stop dopo il fuori programma. Nelle qualifiche gran prova di Rosberg, che si è messo alle spalle il venerdì nero, suo e della scuderia (pessime le Mercedes nelle libere), ed è andato in pole position. Vettel, tra i pochi a montare gomme medie soffici in tutte e tre le sessioni di qualifica, ha concluso al secondo posto. Poi Alonso e Massa, che ha ottenuto la quarta piazza in griglia grazie alla penalità di Webber e Hamilton, che ha dovuto sostituire il cambio poco prima della fine delle qualifiche. Ha deluso Raikkonen che, a dispetto delle libere, ha centrato solo l’ottavo posto.

Monologo Vettel - In gara la resistenza di Rosberg è durata appena tre giri, quelli che sono bastati a Vettel per sorpassarlo e mettersi in tasca il Gp. Spettacolare la gara del campione del mondo. Senza sbavature i suoi 57 giri. Nessuno ha avuto il suo passo. Nemmeno la Lotus di Raikkonen che, ancora una volta, ha azzeccato la giusta strategia nella gestione delle gomme. Non è bastato, però.
La Ferrari, invece, è lì a leccarsi le ferite. L’avvio di Alonso era stato confortante, con un'ottima partenza e una buona difesa dagli attacchi di Vettel. Poi il problema al Drs. L’ottava posizione finale è figlia di una spettacolare gara in rimonta, ma la realtà dice che lo spagnolo in classifica generale deve già inseguire.

Tutti i siti Sky