Caricamento in corso...
24 aprile 2013

Mercedes, il futuro è adesso: metà team lavora per il 2014

print-icon
spo

Mezzo team della Mercedes pronto a lavorare per la monoposto del 2014 (Foto Getty)

Lo ha annunciato boss Wolff: dal prossimo mese una buona parte della forza lavoro si occuperà della macchina che monterà il mortore V6 turbo 1600. Anche in Ferrari c'è già una squadra dedicata al Mondiale che verrà

di Danilo Freri

Dopo quattro Gran Premi ci sono scuderie che si trovano già davanti ad un bivio. E dovranno decidere quale direzione prendere. Da sempre in Formula 1 si lavora sul futuro, con una parte considerevole di persone e risorse che pensano e realizzano il prossimo progetto, mentre la macchina che gareggia nel campionato in corso è in pista e alle prese con i problemi del suo sviluppo. Spesso sono i risultati ad orientare la scelta: chi si gioca il campionato fino all'ultimo non puo' distrarsi troppo.

Per questo non è una sorpresa l'annuncio di Toto Wolff, il nuovo boss del motorsport Mercedes: la casa tedesca destinerà dal prossimo mese oltre metà della sua forza lavoro alla macchina del 2014. una sfida tecnologica dettata da un cambio di regolamento che avrà un impatto notevole: l’introduzione dei nuovi motori V6 turbo 1600 cc che andranno a sostituire i V8 2400.

Per la prima volta visto il trend degli ultimi anni, il motore può tornare protagonista. Non solo nelle prestazioni ma anche nella ricerca dell'affidabilità e della guidabilità. Per il momento saranno sperimentati sui banchi prova prima di scendere in pista solo nei test del prossimo anno. Ma attorno al nuovo motore deve nascere un progetto che sappia accompagnare la sfida nel migliore dei modi. E' ragionevole pensare che entro l'estate quasi tutti i team sposteranno risorse sul nuovo progetto. Anche in ferrari c'è già una squadra dedicata al 2014.

Dunque, sta accadendo semplicemente che alcune scuderie cercano di giocare d'anticipo. potrebbe essere il caso della Williams, ad esempio, che non può essere certamente soddisfatta di quanto promette il campionato 2013. Le due pole position Merceds conquistate negli ultimi due Gp non spostano l'impressione che le vetture di Hamilton e Rosberg non siano ancora pronte per sfidare Red Bull, ferrari e lotus in gara, non solo nelle qualifiche. Essere tra le prime quattro scuderie della F1 non è un obiettivo soddisfacente per la Mercedes. Nel futuro c'è molto di più. Meglio lavorarci da subito.

Tutti i siti Sky