Caricamento in corso...
19 maggio 2013

La Caterham prende il largo. Diventerà (anche) una barca...

print-icon
spo

Dalla F1 alla vela: anche questa è la Caterham

A Monaco (Gp live in esclusiva su Sky ), il prossimo anno, la vedremo attraccata al porto? Il team di Leafield sta per lanciare una nuova avventura: utilizzare le tecnologie della Formula 1 per competere nella Global Ocean Race , con imbarcazioni a vela

Non una semplice operazione commerciale. Il CEO di Caterham Technology - Mike Gascoyne - ha affermato che il team di Leafield sta per lanciare una nuova avventura: utilizzare le tecnologie della Formula 1 per competere nella Global Ocean Race, con barche a vela. Una sfida che farà da ponte alle attività ingegneristiche e di marketing tipiche della F1 che, in parte, verranno trasmesse in uno sport con valori del tutto simili.

Se ne parlerà più approfonditamente a Monaco, sede della sesta tappa del Mondiale di F1 2013, dove Caterham arriva pensando positivo. In Bahrain, Heikki Kovalainen aveva gelato il sangue dei suoi tecnici una volta sceso dalla monoposto. Il finlandese, senza grandi giri di parole, aveva sentenziato: "Il telaio è lo stesso, la vettura è praticamente quella dello scorso anno. Solo con aggiornamenti aerodinamici non possiamo fare un gran salto in avanti".



Nonostante tutto, le cose sono migliorate con l'arrivo in Europa, tanto che la CT03 si è avvicinata in prestazione alla diretta concorrente in classifica - la Marussia - battendola sia in qualifica che in gara. Con il nuovo upgrade aerodinamico e meccanico studiato dal team malese, la CT03 è apparsa subito una monoposto migliore,  tanto da far cambiare idea al suo test driver di lusso. "Ho notato un maggior bilanciamento in curva che ci può far spingere di più", ha ammesso Kovalainen dopo aver portato in pista la vettura aggiornata.

La modifica più evidente sulla CT03 è sicuramente il nuovo musetto dotato del vanity panel che ha preso il posto dell'antiestetico gradino che si è finora visto. Questo, dopo essere stato provato durante una sessione di film-test in Francia, è stato portato a Barcellona e lo rivedremo, senza dubbio, anche nelle prossime gare. Questo piccolo aggiornamento si unisce a quello della nuova ala anteriore che presenta gli upper falp allacciati alla paratia laterale, modificata anche nella parte esterna, dove spicca ora una sorta di arricciatura in carbonio.

Il primo aggiornamento sembra aver funzionato, ma entrambi i piloti titolari sono convinti che il potenziale della Caterham sia maggiore di quello finora mostrato in pista. L'olandese Giedo Van der Garde - che sembra essere in bilico in squadra, con Kovalainen pronto a prendere il suo posto - ha ammesso: "C'è ancora un certo margine di miglioramento, in questo momento non abbiamo espresso tutto il nostro potenziale. Onestamente, credo faremo altri passi avanti, la squadra sta lavorando duramente in modo che ciò accada".

Anche il francese Charles Pic è dello stesso parere del compagno di squadra, ma ammette che è difficile adesso dire quanto si potrà migliorare: "L'unica cosa certa - conclude - è che abbiamo i mezzi e le potenzialità per battere la Marussia". E in vista di Monaco, Pic ammette: "Si preannuncia un bel fine settimana tra le stradine del Principato, speriamo di poter mettere in pista uno spettacolo degno per i nostri partner e tifosi. La pista è affascinante e arriviamo tutti pensando in positivo, vedremo come andrà!".

Tutti i siti Sky