Caricamento in corso...
20 maggio 2013

Force India, il dado (ruota) è tratto

print-icon
spo

La Force India e qualche problema con i pit-stop nei primi cinque Gp del Mondiale (Foto Getty)

GP MONACO, LIVE IN ESCLUSIVA SU SKY . Un paio di ritiri e altrettante gare compromesse per via dell'innovativo sistema di avvitamento del dado ruota . Nel Principato previsto un ulteriore miglioramento

Può un semplice elemento come il dado ruota compromettere una gara? Assolutamente sì, chiedere alla Force India che, dall'inizio dell'anno, ha pasticciato un po' ai box proprio al cambio gomme, facendo perdere tempo prezioso ai propri piloti e lasciando per strada punti preziosi per la classifica.

Nella Formula 1 di oggi, questo particolare - che per molti potrebbe essere considerato banale - ha invece assunto un'importanza proporzionale all'abbassarsi dei tempi del pitstop, cronometrati oggi in poco più di due secondi. Ma cosa deve avere un dado ruota moderno per essere efficace? Il primo problema che i progettisti devono risolvere è quello della lunghezza del filetto d'avvitamento e del suo imbocco: deve forzatamente rappresentare un compromesso tra un serraggio sicuro ed un più veloce tempo di avvitamento/svitamento.

Ma il problema reale è quello dato dal sistema di ritenzione del dado, sperimentato per averne solamente uno per pneumatico e velocizzare dunque le operazioni. La Force India ha studiato un sistema nuovo che nei test invernali, così come alla prima gara in Australia, non aveva dato problemi. Poi qualcosa è iniziato ad andare storto ed ecco che per la squadra indiana sono iniziati i grattacapi. Nonostante i primi interventi per risolvere il difetto, il problema si è ripresentato più volte nel corso delle ultime quattro gare.

A tutto ciò si unisce la sfortuna di Adrian Sutil che, di certo non per colpa sua, ha tenuto lontano il pilota tedesco dalla zona punti, nonostante la vettura abbia avuto le giuste performance per competere ai massimi livelli. Così, mentre Di Resta ha raccolto un totale di 26 punti, a Sutil non è rimasto altro che mangiarsi le mani contando le occasioni mancate. Perché guidare la VJM06 e ritrovarsi con un misero settimo posto conquistato nella gara d'apertura, è decisamente poco.

EVENTO Adrian SUTIL Paul DI RESTA
Australia Q: 12 | G: 7 Q:  9 | G: 8
Malesia Q:  8 | G: Rit Q: 15 | G: Rit
Cina Q: 13 | G: Rit Q: 11 | G: 8
Bahrain Q:  6 | G: 13 Q:  5 | G: 4
Spagna Q: 13 | G: 13 Q: 10 | G: 6

Tutti i siti Sky