Caricamento in corso...
08 giugno 2013

Gp Canada, Fernando non drammatizza: "Qualifica buona"

print-icon
alo

Fernando Alonso prova a essere ottimista in vista del Gp del Canada (Getty)

Nonostante il sesto posto in griglia a Montreal, Alonso non sembra troppo preoccupato: "A causa delle condizioni poteva andare anche peggio". Vettel su di giri: "Era difficile fare la pole". Domenicali: "Per la Ferrari erano le condizioni peggiori"

"Vediamo cosa accadrà. La qualifica non è stata del tutto male, ci sono cose che potevano andare storte in ogni curva, perché stava piovendo e la pista era difficile. Partire sesti non è male, vedremo cosa accadrà. Così Fernando Alonso dopo le prove del Gp di Montreal. "Per la gara si prevedono condizioni meteo che possono mutare - ha aggiunto il pilota della Ferrari -, ma noi dobbiamo essere pronti a ogni evenienza: sull'asciutto possiamo essere un filino più competitivi, ma possiamo far bene anche sul bagnato. Dovremo comunque migliorarci".

Il giudizio di Stefano Domenicali
- "Abbiamo incontrato le condizioni peggiori per noi, quelle con pista umida che va ad
asciugarsi, che rimane umida. In questo contesto non si raggiungono temperature per avere grip sulla macchina. In gara si prospetta bel tempo, non dovrebbero esserci problemi". Lo ha il team principal della Ferrari. Domenicali ha anche commentato l'incidente, per fortuna senza conseguenze, occorso a Massa: "Felipe per spingere per cercare di entrare tra i primi dieci ha toccato una linea bianca ed è uscito, è andato al centro medico, tutto bene, certo per lui sarà più complicato dover partire da dietro".

La gioia di Vettel - "Sono molto felice del primo giro, nell'ultimo settore nessuno riusciva a velocizzare il passo e questo ha evidenziato le difficoltà di queste qualifiche. Complimenti anche a Bottas, sono contento dei risultati, abbiamo un buon passo di gara, indipendentemente dalle condizioni che ci saranno". Lo ha detto Sebastian Vettel, in pole nel Gp del Canada in programma a Montreal. "E' stato difficile, non riuscivamo mai a capire le condizioni climatiche. Abbiamo usato sempre le intermedie ma era difficile adattarsi, pensavamo che il secondo giro sarebbe stato il più veloce visto che avevo un set di pneumatici nuovi. A sorpresa però - ha aggiunto il campione del mondo in carica in conferenza stampa - alla fine le condizioni migliori sono state al primo giro".

Tutti i siti Sky