Caricamento in corso...
27 giugno 2013

La F1 senza Monza. Ecclestone: "Potrebbe succedere"

print-icon
ecc

La F1 potrebbe perdere il GP di Monza. Lo ha fatto capire il boss del Circus, Bernie Ecclestone (Foto Getty)

Eliminare il GP italiano per fare posto ad un Paese emergente. Le parole del boss del Circus, su Panorama, scatenano molte reazioni. Squinzi, presidente di Confindustria: "Triste. E' business, poche logiche di cuore". Maroni: "La Ferrari si ritiri"

Monza, una fetta importantissima della storia della Formula 1 in Italia, potrebbe sparire il prossimo anno dal calendario del Circus. Tutta colpa dei "mercati emergenti". Una questione economica dunaue, come lasciando intendere le parole di Bernie Ecclestone, patron della Formula 1. E così, l'unica gara da sempre nel Mondiale non è più al sicuro: "E' possibile che l'Europa perda un paio di gare a favore dei mercati emergenti -ha detto Ecclestone in un'intervista a Panorama- . Se ci dovessimo spostare da Monza – ed ho detto "Se", perchè ancora non è stata presa nessuna decisione – sarebbe solo per ragioni economiche. Anche la qualità del circuito e l'organizzazione potrebbero essere migliori, ma non è questo il punto" ha aggiunto.

Le parole di Ecclestone hanno scatenato una serie di reazioni in Italia. Tra queste quella di Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria: "La F1 è un grande business, di logiche di cuore ce ne sono poche. Sarebbe una cosa tristissima. Mi ricordo che da bambino ho visto vincere Alberto Ascari, potete immaginare come la possa pensare".

Se il Gran Premio di Monza verrà cancellato "ci sarebbe solo una cosa da fare, che la Ferrari si ritiri dal Gran Premio e dal circuito di Formula 1", ha detto invece Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia, a margine dell'assemblea degli industriali di Monza .

Tutti i siti Sky