Caricamento in corso...
02 luglio 2013

Ferrari, abbiamo un problema: qualifiche da incubo

print-icon
fer

Solo 4 pole position per Fernando Alonso da quando è sbarcato in Ferrari (Getty) -

VERSO NURBURGRING. Anche a Silverstone la gara di Alonso e Massa è stata condizionata da una pessima sessione al sabato. La Rossa non centra la pole da un anno esatto, dal Gp tedesco 2012: domenica in Germania bisognerà inverire la rotta

di Claudio Barbieri

E' passato esattamente un anno dall'ultima pole position centrata dalla Ferrari. Era il 21 luglio 2012 e al Nurburgring una pioggia improvvisa consentì a Fernando Alonso di rifilare mezzo secondo a Vettel, conquistando per la seconda volta consecutiva dopo Silverstone, la prima posizione nella griglia di partenza.
A Maranello riflettono sulla lunga astinenza che sta condizionando il Mondiale dell'asturiano. Perchè partire sempre dietro, essere costretti a rimontare, nonostante gli spettacolari sorpassi di domenica scorsa, è un lusso che in questo momento la Rossa non si può concedere. 

Annus horribilis – Già nel finale della scorsa stagione, la Ferrari ha cominciato a dare i primi segnali di allergia al sabato. Alonso, che fino ad allora aveva conquistato due pole, non è mai più riuscito a partire dalla prima fila, ottenendo come miglior risultato la 4.a piazza in Corea del Sud e come peggiore la 10.a Monza, quando poi arrivò terzo dopo una strepitosa rimonta. Anche negli ultimi 3 Gp, quelli decisivi per la conquista del titolo, Fernando non ebbe vita facile in qualifica: 7.o ad Abu Dhabi, 9.o negli States e 8.o in Brasile. E il Mondiale finì a Vettel...
In questa stagione le cose si erano messe un po' meglio, con tre terzi posti ottenuti tra Sepang e Bahrain, prima delle terze file in Spagna, Monaco e Canada e al disastro (10.o) di Silverstone. Molto più incostante Felipe Massa, che nell'ultimo anno ha ottenuto un secondo posto sulla griglia in Malesia, due volte la seconda fila, ma che spesso ha dovuto rincorrere dalle retrovie (14.o in Belgio, 13.o a Singapore, ultimo a Monaco, 16.o a Montreal).

Alonso, meglio in gara – Lo spagnolo non è mai stato un animale da qualifica (22 pole in carriera) e questo si sapeva. Solo nel 2005 e 2006, anni in cui dominava con la Renault, Fernando ha ottenuto grandi risultati al sabato, con ben 12 pole complessive. Nelle altre stagioni, non ha mai superato le due pole (2003, 2007, 2010, 2012), rimanendo a secco in due occasioni (2008 e 2011).
Molto magro il bottino da quando è approdato in Ferrari, che parla di 4 pole su 66 Gp, in pratica una ogni 16 gare, con un'astinenza di quasi due anni da Singapore 2010 a Silverstone 2012.
Felipe Massa invece non parte dalla prima posizione della griglia dal Gp del Brasile del 2008: quasi cinque anni di digiuno che stanno complicando maledettamente i piani della Ferrari nella corsa al Mondiale.

Tutti i siti Sky