Caricamento in corso...
06 luglio 2013

Raikkonen, ma quale sciopero: "Correrò a prescindere"

print-icon
rai

Raikkonen, pilota della Lotus, non prende in considerazione l'ipotesi di uno sciopero dei piloti che rivendicano sicurezza in pista (Foto Getty)

VERSO IL GP DI GERMANIA . Il pilota della Lotus ha escluso l'ipotesi di uno sciopero minacciato dall'associazione dei piloti in caso di ulteriori problemi ai pneumatici. "Non succederà: finora non abbiamo avuto problemi". ALLE 11 LIVE LE LIBERE 3

“Io corro, a prescindere da quello che succederà”. Kimi Raikkonen non prende assolutamente in considerazione l’ipotesi di uno ‘sciopero’ nel Gp di Germania, in programma domenica, minacciato dall’associazione dei piloti (GPDA) alla quale Raikkonen non è iscritto. Quinto dopo le Libere 2, il pilota della Lotus ha esorcizzato l’ipotesi di un clamoroso boicottaggio qualora si verifichino ulteriori problemi con i pneumatici, dopo quelli che hanno caratterizzato il Gp di Gran  Bretagna. “Ho sentito, ma non ho visto” ha detto Raikkonen, come riportato sul magazine Autosport, riferendosi alla nota.

Iceman cita il precedente – “Sono sicuro, comunque, che non succederà. Sono stato coinvolto nell’episodio del 2005 – ha ricordato Raikkonen riferendosi al Gp di Indianapolis di otto anni fa - e in maniera comica qualcuno non si fermò e gareggiò. Quindi, di sicuro, stavolta corro a prescindere da quello che succederà”. Raikkonen ha chiarito di essere stato invitato al meeting della GPDA “ma non ne faccio parte. Ogni tanto vado. I problemi non sono causati solo dalle gomme, possono esserci altri motivi per spiegare quello che è successo. Non abbiamo avuto nessun problema per tutto l’anno, quindi non ho sensazioni particolari. Questo è sempre uno sport pericoloso e tutto può succedere. La ragione per cui le gomme sono esplose era legata ad un uso scorretto”.

Tutti i siti Sky