Caricamento in corso...
18 luglio 2013

Caso Ecclestone, Gribkowsky pronto a testimoniare

print-icon
ecc

Bernie Ecclestone nel pieno di una bufera per il caso di corruzione che lo coinvolgerebbe (Foto Getty)

L'ex presidente della Bayern LB contro il boss della F1 in nell'eventuale processo. Bernie incriminato per corruzione : avrebbe versato 44 milioni di dollari per cedere, al fondo di investimento Cvc a lui vicino, le partecipazioni della banca nel Circu s

Gerhard Gribkowsky, ex presidente della banca tedesca Bayern LB, è pronto a testimoniare in un'eventuale processo a carico di Bernie Ecclestone. Il patron della  F1 è stato formalmente incriminato per corruzione in Germania per avere corrisposto a Gribkowsky una somma di 44 milioni di dollari al  fine di convincerlo a cedere, al fondo di investimento Cvc a lui  vicino, le partecipazioni della banca nel Circus. "Il signor  Gribkowsky rispettera' il suo obbligo di comparire in qualità di  testimone, ovviamente se gli verrà chiesto", ha spiegato il suo legale Daniel Amelung all'agenzia tedesca Dpa.

Gribkowsky sta scontando in carcere una condanna a 8 anni e  mezzo per corruzione ed evasione fiscale e nel processo a suo carico  ha ammesso di avere ricevuto la somma da Ecclestone. L'82enne 'boss' del Circus dovrà aspettare almeno fino a metà settembre per sapere  se il Tribunale di Monaco deciderà di aprire un processo che lo  vedrebbe come principale imputato: in tal caso, il magnate britannico  rischierebbe una condanna fino a 10 anni di carcere. "Seguiamo da  vicino gli eventi", ha fatto sapere un portavoce della BayernLB, che  chiede ad Ecclestone un risarcimento danni di 400 milioni di dollari. Secondo l'istituto, infatti, la quota di partecipazione nel Circus è stata venduta ad Ecclestone a un prezzo inferiore rispetto al  valore di mercato del 2006.

Il fondo Cvc per ora si è limitato a pubblicare una breve nota  in cui si limita a far sapere che "continuerà a monitorare gli  sviluppi di questa situazione", ricordando che Ecclestone avrà 6 settimane di tempo "per fornire una risposta a questo atto di accusa, prima che la Corte decida se aprire un procedimento". Il caso Ecclestone non lascia ovviamente indifferente il mondo della F1, anche se per ora nessuno dei top team si è espresso sulla vicenda. Fra i  pochi commenti si segnala quello di Monisha Kaltenborn, responsabile  del team Sauber che secondo alcune indiscrezioni sarebbe la principale candidata a prendere il posto di Ecclestone nel ruolo di Ceo del fondo Cvc per la F1. "In linea di principio -ha affermato la Kaltenborn- questi titoli non sono un bene per la F1".

Tutti i siti Sky