Caricamento in corso...
19 settembre 2013

Lauda, ritorno in pista: da Rush alla risurrezione Mercedes

print-icon
lau

Niki Lauda (a sinistra, Hunt accanto a lui) è tornato quest'anno nel mondo della Formula 1 con la Mercedes (Foto Getty)

GP SINGAPORE LIVE SU SKY . Esce oggi nelle sale italiane il film di Ron Howard che racconta l'epico duello iridato con Hunt del 1976 . Dopo anni dietro le quinte, l'austriaco è tornato al centro dell'attenzione: Rosberg e Hamilton ringraziano

di Claudio Barbieri

E' l'anno di Niki Lauda. Il tre volte campione del mondo austriaco infatti sta vivendo un 2013 carico di emozioni. Esce oggi nelle sale italiane Rush, il film del premio Oscar, il regista Ron Howard, che racconta l'epico duello tra Lauda e Hunt nel campionato del mondo del 1976.
Grazie a questa pellicola, Niki entrerà nell'immaginario di una generazione che non ha potuto ammirare le sue gesta in pista, ma che sta toccando con mano le sue qualità di manager in Mercedes.

Un decennio in volo - Negli ultimi dieci anni, Niki era uscito dalla Formula 1 per dedicarsi a tempo pieno alla sua compagnia aerea, la Lauda Air, fondata nel 1985 e amministrata sino al luglio 2012, quando è stata assorbita dalla Austrian Airlines. Ovviamente Lauda non faceva mancare le sue proverbiali stoccate, specialmente riferite alla Ferrari, casa con cui vinse due Mondiali piloti ma con cui ha spesso polemizzato (Todt e la dirigenza di Maranello i suoi principali obiettivi).
Il suo ritorno operativo nel circus, dopo la negativa esperienza con la Jaguar nel 2001 e 2002 (appena 17 punti raccolti dalla casa inglese), sembrava definitivamente abortito. Sino alla chiamata da Stoccarda di un anno fa.

La svolta della Mercedes - Lauda è stato nominato presidente non esecutivo della casa tedesca, con delega alla Formula 1. ll primo colpaccio del tre volte iridato è stato quello di convincere Lewis Hamilton a lasciare la McLaren per buttarsi in una difficile sfida: far tornare a brillare la stella a tre punte, all'asciutto di titoli dal 1955 (escludendo i due centrati da fornitore nel 1998 e nel 2009).

"Se vieni da noi, il tuo talento sarà riconosciuto dalla gente. Schumacher, in tre anni, non ha vinto nulla", ha detto Niki al britannico, facendo leva sulla sua competitività. Certo, gli oltre 20 milioni di euro annui sono stati decisivi, ma Lewis ha portato in dote cinque pole, quattro podi e un successo. Senza contare la crescita di Nico Rosberg, che grazie anche ai consigli dell'austriaco è stato fin qui autore di tre pole, due vittorie e un podio.
Non sarà tutto merito di Lauda, ma il combattivo Niki, quello che aiuterà Rush a sbancare il botteghino, è definitivamente tornato in pista.

Tutti i siti Sky