Caricamento in corso...
20 settembre 2013

Alonso, operazione remontada: tutti gli alleati di Nando

print-icon
ham

Alonso con Raikkonen e Hamilton, rivali ma anche possibili alleati nella rimonta a Vettel (Foto Getty)

GP SINGAPORE LIVE SU SKY. Lo spagnolo deve recuperare 53 punti in sette gare al campione del mondo, Sebastian Vettel . Per riuscire in tale impresa già da domenica, il ferrarista ha bisogno del supporto di rivali come Hamilton, Raikkonen e Massa

di Claudio Barbieri

Sette gare alla bandiera a scacchi, a cominciare da domenica a Singapore. 175 punti in palio e 53 da rimontare al campione del mondo Sebastian Vettel. Fernando Alonso è costretto alla perfezione per tentare di recuperare il gap dal tedesco della Red Bull. Ma oltre alla velocità della sua Ferrari e a un pizzico di fortuna, lo spagnolo deve anche sperare nell'aiuto dei suoi rivali, che potrebbero rosicchiare punti preziosi a Vettel, sempre più lanciato verso il quarto titolo iridato consecutivo.


Lewis Hamilton (141 punti) - Dopo il 9° posto di Monza, il britannico vuole riscattarsi già a Singapore, dove vinse nel 2009. Le 81 lunghezze da Vettel sono difficilmente recuperabili, ma l'ex McLaren non vuole uscire dal podio iridato alla sua prima stagione in Mercedes. E poi occhio a Suzuka, Abu Dhabi e Austin, piste in cui ha già trionfato.

Kimi Raikkonen (134) - L'annuncio del ritorno alla Ferrari avrà galvanizzato il finlandese, che può essere considerato il primo alleato di Alonso. Inoltre Kimi vorrà terminare in bellezza la sua esperienza in Lotus. Suzuka, Interlagos e Abu Dhabi sono piste che ha già espugnato: Fernando conta su di lui per un primo assaggio di collaborazione in vista del 2014.

Mark Webber (130) - Teoricamente dovrebbe essere il primo alleato di Vettel. Ma l'australiano non ha nulla da perdere, avendo già deciso di lasciare la Red Bull nel 2014. All'asciutto di vittorie in questa stagione, non assapora il successo dal Gp di Silverstone del 2012. Inoltre i continui paragoni con il compagno potrebbero stimolarlo a stargli davanti, almeno prima del canto del cigno in Formula 1.

Nico Rosberg (104) - Dopo un avvio di stagione brillante, il tedesco ha perso un po' del suo smalto. La sfida interna con Hamilton è sbilanciata in favore dell'inglese: per convincere i vertici Mercedes di non essere una seconda guida, gli converrà sparare le sue cartucce in queste ultime sette gare.

Felipe Massa (79) - Scaricato dalla Ferrari, il brasiliano ha già messo le mani avanti: "Non aiuterò Alonso". Ma Felipe potrebbe dare una mano al compagno indirettamente, ovvero frapponendosi tra lui e Vettel. In fin dei conti Massa è ancora alla ricerca di un volante e deve aggiornare le proprie statistiche (tre podi e nessuna vittoria dal 2010).

Jenson Button (48) -
La classifica non rispecchia l'attuale momento della McLaren, in risalita dopo la pausa estiva e a punti da quattro gare di fila. L'inglese ha vinto in passato sia a Suzuka che in Brasile, finendo sul podio in India e ad Abu Dhabi. L'ultima stagione di Button senza un trionfo è il 2008: a Woking stanno facendo di tutto per non interrompere la tradizione.

Tutti i siti Sky