Caricamento in corso...
06 ottobre 2013

Vettel l'insaziabile: "Voglio correre subito in Giappone"

print-icon

Ha vinto in Corea e nel prossimo GP potrebbe arrivare il quarto titolo mondiale con la RedBull: "Team perfetto e un pizzico di fortuna". Il team principal Horner indica la "stategia" per Suzuka: "Seb campione? Deve vincere e Alonso ritirarsi dalla gara"

"Sono molto contento del successo. Il team è stato grande, è stata ottima la scelta delle due soste ma sono stato anche un poco fortunato perché la Safety Car è entrata al momento giusto, permettendomi di entrare ai box e mantenere la posizione". Sebastian Vettel commenta così dal podio del Gp di Corea la sua vittoria sul circuito coreano di Yeongam, suo quarto successo di fila in campionato, l'ottavo stagionale, che lo proietta verso il quarto titolo mondiale consecutivo.

Voglia di Giappone - "Devo fare i complimenti alle Lotus - ha detto ancora il tedesco - anche oggi sono andate molto bene, sono davvero competitive. Ora non vedo l'ora di correre il Gp del Giappone domenica prossima. E' una gara che mi piace molto, sia per il circuito sia per l'ambiente, che è davvero pazzesco per il tifo".

Horner, il team principal - "Vettel è alla vigilia della vittoria del 4° titolo? E' in una buona posizione, io continuo a fare il conto alla rovescia. Ci sono 125 punti disponibili, lui ne ha una settantina di vantaggio su Fernando, quindi è una posizione molto forte. Ma non possiamo dare nulla per scontato. Se lui vince e Alonso si ritira, è campione del Mondo. Per ora, dobbiamo solo concentrarci sul Giappone". Lo ha detto Chris Horner al termine della gara.

Il segreto del nostro successo? - "Il segreto sono le persone che lavorano dietro le quinte, è tutto il lavoro di squadra. E' la combinazione dello sforzo di tantissime persone che lavorano con un unico team per ottenere risultati come quello di oggi. E' un grande peccato che abbiamo perso Mark perché sono sicuro che anche lui sarebbe potuto salire sul podio oggi", ha concluso Horner.

Tutti i siti Sky