Caricamento in corso...
12 ottobre 2013

Vettel ci prova: nessuno ha mai vinto al primo match point

print-icon
fer

Sebastian Vettel e Fernando Alonso si stanno giocando il Mondiale per la quarta stagione consecutiva (Foto Getty)

DIRETTA SKY. Seb a Suzuka per sfatare un tabù: da quando è in vigore il nuovo sistema di punti (25 per chi vince, 18 al secondo, 15 al terzo e 12 al quarto) nessun pilota ha mai vinto il Mondiale alla prima occasione concessa dalla matematica

di Roberto Brambilla

Buona la prima? Se si parla di match point mondiali no. Dal 2010, da quando è entrato in vigore il nuovo sistema di assegnazione dei punti (25 per chi vince, 18 al secondo, 15 al terzo e 12 al quarto) nessun pilota ha mai vinto il Mondiale alla prima occasione che la matematica gli ha concesso. E nel 2010 chi ha avuto il match point, ovvero il ferrarista Alonso, il titolo l'ha perso. Ecco la storia di come il primo "punto d'oro" non sia stato mai quello buono.


2010 – Alonso, dal match point alla beffa. A due gare dalla fine, al Gp del Brasile di Interlagos, il ferrarista Fernando Alonso arriva primo in classifica con 231 punti, 11 in più della Red Bull di Mark Webber e 21 in più sulla McLaren Mercedes di Hamilton, e 25 su Sebastian Vettel. Per diventare campione a San Paolo a Nando servirebbero una serie di combinazioni tra i suoi risultati e quelli degli inseguitori. La gara però non consegna però il Mondiale al ferrarista. Lo spagnolo parte dalla terza fila e non va oltre il terzo posto, dopo una gara condotta alla perfezione dalle due Red Bull che riducono il distacco dal pilota del Cavallino. Prima di Abu Dhabi, ultimo Gp dell'anno, Alonso è a +8 da Webber e a + 15 da Vettel. Ma nella gara degli Emirati Arabi Uniti, dove li ferrarista, a cui sarebbe bastato arrivare davanti a Webber e Vettel per diventare campione del mondo, imbrocca una giornata no. Strategia discutibile, zero errori di Vettel e settimo posto finale con il primo titolo Mondiale per la Red Bull e per il tedesco.

2011 – Vettel, buona la seconda. Se l'annata 2010 è stata quella in cui Sebastian Vettel conquista la vetta solo all'ultimo respiro, nel 2011 il tedesco domina. Tanto da arrivare dopo il Gp d'Italia, a 5 prove dalla fine del Mondiale, con 112 punti di vantaggio sul vicecampione mondiale Alonso e 117 su Button e Webber. A Singapore per vincere Seb deve portarsi a casa il Gp di Singapore e sperare che Alonso arrivi al massimo 4°, oppure arrivare sul podio e augurarsi che lo spagnolo non conquisti punti. Una circostanza che non si avvera per un soffio visto che Vettel vince ma la Ferrari dell'asturiano arriva 4° rinviando per un punto l'appuntamento con il back to back a Suzuka due settimane dopo. Quando a Vettel basta un terzo posto per laurearsi campione del mondo al 15° Gp con quattro appuntamenti ancora da correre,

2012 - Vettel, un match point quasi sprecato. Dopo un campionato condotto quasi sempre in testa da Fernando Alonso, la Red Bull del due volte campione del mondo compie il sorpasso sul rivale nel Gp di Corea e a due gare dalla fine ha 10 punti di vantaggio sulla Ferrari. Ad Austin il pilota della Red Bull ha come nel 2011 un imperativo: vincere e sperare che Alonso non faccia troppo bene. Una prospettiva che rimane un augurio perchè in Texas, sul nuovo circuito del Gran Premio degli Usa lo spagnolo della Ferrari corre una gara da manuale, Da settimo in griglia a terzo sul podio con Vettel secondo, superato anche da Lewis Hamilton. E Il Mondiale per Seb rischia di non arrivare neppure all'ultimo appuntamento con il secondo match point, concretizzatosi a Interlagos a pochi giri dalla fine.

2013- Vettel, una vittoria e un po' di fortuna contro il tabù. Il campionato 2013 assomiglia un po' a quello del 2011. largo vantaggio, + 60 sul "solito" Alonso e dopo il Giappone solo 4 gare da correre. A Seb basterebbe vincere e aspettare che Alonso si piazzi non meglio del 9°.

Ecco chi ha avuto il primo "match point" e come è finito il Mondiale:

Stagione Pilota con 1° match point
Gp 1° match point
Vantaggio sul 2° Gp vittoria Camp. mondo
2010 Alonso Brasile (18/19) +11 (Webber) - Vettel
2011 Vettel Singapore (15/19) +122 (Alonso) Giappone (16/19) Vettel
2012 Vettel Usa(19/20) +10 (Alonso) Brasile (20/20) Vettel

Tutti i siti Sky