Caricamento in corso...
10 ottobre 2013

Ora Vettel fa lo scaramantico: "Non ho ancora vinto nulla"

print-icon

"L'occasione è ghiotta", ammette il pilota della Red Bull pensando al Gp di Suzuka dove potrebbe laurearsi campione del mondo per la quarta volta, "Ma non si vince prima di correre". Button: "Amo questo circuito"

"Credo che sia giusto dire che avevamo una macchina molto forte sin dal principio della stagione, abbastanza forte per chiudere sempre in una posizione abbastanza buona". A pochi giorni dal Gp del Giappone che potrebbe assegnargli matematicamente il quarto titolo mondiale, Sebastian Vettel gioca a nascondino e fa lo scaramantico: "E' vero, l'occasione è ghiotta. Ma non si vince prima di correre. Gli ottimi risultati delle ultime gare hanno alimentato grandi aspettative e Suzuka è una pista che mi piace molto. Però non abbiamo ancora nulla in mano", le sue parole da "pompiere".

Forti anche in qualifica - "Ultimamente siamo stati molto forti anche nelle qualifiche, mentre all’inizio dell’anno la Mercedes sembrava avere assolutamente qualcosa in più. Credo che non ci sia una vera spiegazione da parte nostra, non c’è una parte che abbiamo messo sulla macchina e all’improvviso è diventata molto più veloce. Siamo riusciti a migliorarla e quindi quando siamo arrivati a Spa, la macchina era migliore rispetto all’Ungheria. Da lì in avanti abbiamo cercato sempre di migliorare, ci sono sempre dei nuovi particolari che arrivano ogni weekend, anche se a volte è un pacchetto molto piccolo. Ma stiamo continuando a spingere sempre molto duro e sono certo che gli altri facciano la stessa cosa".

Scalando il monte Fuji - Nel frattempo, il pilota della Red Bull si distrae con altre discipline e quando gli vengono chiesti i dettagli della sua scalata al monte Fuji, precisa: "Scalare forse non è la parola giusta perché non hai bisogno della corda per arrivare. Sì, abbiamo iniziato molto presto, è stato un viaggio molto divertente, abbiamo raggiunto la vetta all’alba. Un’esperienza unica".

Rispetto reciproco - Sui bei commenti di Hamilton nei suoi confronti dopo la gara in Corea, invece, Vettel dice che "è molto carino sentire qualcosa del genere. Posso soltanto ricambiare, credo che ci sia rispetto tra i piloti e credo che la cosa più importante sia il rispetto tra piloti. Lewis è uno dei migliori piloti della F1, io vado piuttosto d’accordo con lui e quindi posso solo dire grazie, ricambio".

Button: "Bello correre a Suzuka" - "Sono felice di tornare a Suzuka, amo questo circuito e penso che la maggior parte dei piloti sia d'accordo con me. E' un tracciato che non perdona, molto veloce e scorrevole, a parte la prima parte del percorso", dice Jenson Button. Il pilota della McLaren è sempre arrivato al traguardo nelle precedenti undici partecipazioni alla corsa giapponese, ed ecco spiegato il suo affetto nei confronti di questo circuito. "Non so se sia un record ma è davvero bello guidare qui anche se non è facile sorpassare: c'è solo un punto dove si potrà' provare. Abbiamo sia le gomme medie che quelle dure, quindi si potrà spingere fino in fondo".

Tutti i siti Sky