Caricamento in corso...
12 novembre 2013

Non solo Austin: il Gp degli Usa cambia sempre faccia

print-icon
aus

Domenica, ad Austin, si corre la penultima prova del Mondiale di F1 (Foto Getty)

VERSO IL GP USA . Quello texano è il circuito scelto nelle ultime due stagioni. In principio fu la Florida: a Sebring , nel 1959, a vincere fu Bruce Mclaren, famoso soprattutto per aver fondato l'omonima scuderia

Domenica si corre il Gran Premio degli Stati Uniti. Ad Austin, Texas, andrà in scena la penultima prova di un Mondiale dominato e già vinto dalla RedBull di Sebastianb Vettel. Ma Austin non è l'unica pista a stelle e strisce ad aver ospitato il Circus.

Austin, (Texas) - La F1 fa tappa anche quest'anno su questo circuito. E' la seconda volta consecutiva. Lo scorso anno Vettel conquistò la pole con la RedBull, ma fu Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes) a tagliare per primo il traguardo.

Florida 1959 - La prima edizione del gran premio degli Stati Uniti andò in scena nel 1959 sul circuito di Sebring in Florida. La gara fu vinta Bruce Mclaren, famoso soprattutto per aver fondato l'omonima scuderia.

Watkins 1975 - Anche il ferrarista Niki Lauda ha nel suo curriculum una vittoria nel gp americano Accadde nella storica sede di Watkins Glen, stato di NewYork. Con lui sul podio anche Fittipaldi e Mass. Sarà quello l'anno del 1° mondiale in Ferrari per il pilota austriaco. Qui la F1 corse anche l'anno successivo: è l'edizione raccontata nel film Rush. A vincere il gp degli Stati Uniti d'America Est fu James Hunt, futuro campione del mondo in quella stagione. Sul podio Jody Scheckter e lo storico rivale Lauda.

Detroit e Phoenix - Tra il 1986 e il 1991, l'appuntamento americano si svolse fra Detroit e Phoenix e vide Ayrton Senna assoluto protagonista. Su sei edizioni, il brasiliano fu capace infatti di aggiudicarsi ben 5 vittorie.

Il GP del 2000 - Il Circus torna negli Usa dopo una pausa di 8 anni. Ad aggiudicarsi la prima edizione ad Indianapolis è Michael Schumacher. Il tedesco finirà quello stesso campionato vincendo il suo primo mondiale sulla rossa di Maranello.

Indianapolis 2002
- GP dominato dalle Rosse. Le Ferrari di Schumacher e Barichello arrivano in parata. A sorpresa vince il brasiliano che, per un fraintendimento, supera e precede al traguardo il compagno per appena 11 millesimi. Nel 2004 a far tenere il fiato sospeso è l'incidente di Ralf Schumacher in parabolica. Dopo aver perso il controllo della Williams, rimane privo di sensi in auto. Uscirà illeso dalla monoposto. Il 2005, invece, rimane nella storia per il ritiro di massa di tutte le vetture che montavano pneumatici Michelin. A disputere quel gp furono solo 6 vetture. Le Ferrari vinsero senza problemi.

Tutti i siti Sky