Caricamento in corso...
14 novembre 2013

McLaren, è ufficiale: Magnussen secondo pilota nel 2014

print-icon
but

Jenson Button e Kevin Magnussen saranno i due piloti della McLaren nel 2014 (Foto Getty)

Il prossimo anno il giovane danese debutterà con la scuderia di Woking, come Hamilton nel 2007: "Questo team è semplicemente il migliore". Maldonado lascia la Williams in polemica: "Ho dato molto al team, ma sono felice di andare via"

La notizia era nell'aria da qualche giorno ma adesso è ufficiale: la McLaren ha scelto di affidare una monoposto a Kevin Magnussen nella prosima stagione. Il 21enne danese è cresciuto nel progetto giovani del team e debutterà da rookie in McLaren come fece Lewis Hamilton nel 2007. Nella prossima stagione farà coppia con Jenson Button.
"Sono assolutamente entusiasta - ha detto Magnussen - di fare il mio debutto in Formula 1 con la McLaren. La farà semplice: questo team è il meglio. E’ sempre stato il mio sogno guidare una McLaren sin da quando ero un bimbo, e non è un’esagerazione dire che ho dedicato quasi ogni giorno della mia vita al raggiungimento di questo obiettivo. Voglio dire un enorme grazie a tutti ma più di tutti a Martin Whitmarsh per avermi dato questa chance. Non vi deluderò ragazzi!”.

Parole al miele anche per Button: “Jenson è il compagno di squadra ideale. E’ veloce, esperto, è stato campione del mondo, cosa che un giorno spero di diventare anche io, e sono determinato a imparare il massimo da lui”. Anche Whitmarsh, team principal della McLaren, è soddisfatto della scelta: “Siamo felici che Kevin sia un nostro pilota nel 2014 come Button. La loro conferma è un’importante passo per noi per continuare a rinforzarci”. E sul giovane sono riposte molte speranze: “Kevin è molto talentuoso e determinato, e ogni volta che ha guidato una F1 nei test è stato velocissimo e molto metodico. Il modo in cui ha vinto le Formula Renault 3.5 Series è stato strepitoso”. Maldonado, veleni sulla Williams - "Sono molto felice di lasciare la Williams". Pastor Maldonado non ha rimpianti. Dopo la vittoria, prima in carriera, nel Gp di Spagna del 2012, i risultati sono stati al di sotto delle aspettative. Quest'anno per lui soltanto un punto in classifica, e il prossimo anno il suo posto sarà preso da Felipe Massa. "Volevo lasciare il team e ne parlavamo da un paio di mesi, più o meno da Singapore. E' stata una mia decisione al 100% e sono molto felice per questo. Voglio provare qualcosa di diverso. E' un momento molto importante per la mia carriera. E' stata una decisione sofferta ma anche una grande decisione".

Sulle cause della decisione Perez ha spiegato: "E' stata una sensazione. La mia situazione nel team non era delle migliori quindi mi sto guardando intorno per trovare una soluzione migliore. Penso di avere dato più io alla squadra di quanto loro abbiano dato a me", aggiunge. Il suo nome è stato accostato alla Lotus per la prossima stagione, ma Maldonado non si sbilancia. "Stiamo lavorando su questo, spero che presto sia tutto chiaro e risolto. Ogni settimana sento qualcosa di diverso. Sicuramente stiamo parlando anche con la Lotus ma ho un altro paio di opzioni".

Tutti i siti Sky